Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Real, Suker guarda al futuro: “Raul sarebbe l’allenatore ideale. E Mbappé sogna Madrid”

(Photo by Gonzalo Arroyo Moreno/Getty Images)

L'ex attaccante e compagno di squadra dello spagnolo, predice un futuro da allenatore per l'ex bandiera dei blancos.

Redazione Il Posticipo

Davor Suker, ex giocatore del Real Madrid , ha parlato a beIN Sports analizzato  il periodo del Real Madrid che in una settimana si gioca praticamente tutto. Il passaggio agli ottavi di Champions con il Monchengladbach e la Liga contro l'Atletico. Zidane ha superato indenne le prime forche caudine a Siviglia ma la sua panchina è tutt'altro che solida.

RAUL -  Il croato ha analizzato la situazione e individuato anche il... prossimo tecnico: Raul. Al netto dei dissapori ai tempi in cui erano compagni di squadra, Suker ritiene lo spagnolo il profilo ideale per raccogliere l'eredità di Zidane. "Penso che  Raul possa essere un grande allenatore per il Real Madrid. Il calcio è come un ciclo lunare e non è facile essere sempre al massimo. Zidane potrebbe anche chiudere la sua stagione e potrebbe anche avere la forza di portarsi a casa qualche titolo, anche se vedo molto bene l'Atletico di Simeone. Dopo, però, sarà il turno di Raul. Sa benissimo cosa sia il Real Madrid, conosce le dinamiche, l'ambiente ed è perfettamente consapevole di cosa possa servire alla squadra. spero di vederlo presto in panchina".

 (Photo by Matt Childs/Pool via Getty Images)

MBAPPE' - Con Raul potrebbe arrivare anche Mbappé. Suker ne è convinto: "Ogni volta che parlo con dei calciatori importanti dico sempre la stessa cosa. Nel calcio girano molti soldi, ma se un giocatore non desidera un club, quel club non riuscirà mai ad acquistarlo. Nel caso di Mbappé invece hi percepito chiaramente il desiderio di giocare per il Real Madrid. Non sono un procuratore, ma posso parlare della sensazione che mi ha trasmesso il giocatore".

MODRIC - In bilico, invece, il futuro di Modric. L'ex Pallone d'Oro è in scadenza ma dalla Casa Blanca non sono giunti segnali incoraggianti: "Non so se Luka continuerà la sua esperienza al Real Madrid. Quello che spero è che arrivi al prossimo Europeo in buona forma fisica e sia in grado di disputare un grande torneo. E spero che la Croazia possa percorrere più strada possibile"

tutte le notizie di