Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Real più arrabbiato che deluso. Butragueño: “Partita condizionata dall’arbitro”

MALAGA, SPAIN - JANUARY 14: Former Real Madrid player, Emilio Butragueno looks on prior to the Supercopa de Espana Semi Final match between Real Madrid and Athletic Club at Estadio La Rosaleda on January 14, 2021 in Malaga, Spain. Sporting stadiums around Spain remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Fran Santiago/Getty Images)

La sconfitta con il Levante lascia il segno.

Redazione Il Posticipo

Una sconfitta dolorosissima, per il Real. Il Levante si porta via tre punti e anche una bella fetta di speranze per un bis in campionato. L'1-2 maturato al Bernabeu lascia in eredità anche molte polemiche. L'arbitraggio non ha convinto dirigenti e calciatori. E al netto del risultato maturato sul campo le analisi post partita come riportato da AS, si concentrano soprattutto sull'operato del direttore di gara e su chi era al VAR.

FURIOSO - Emilio Butragueño , direttore delle relazioni istituzionali del Real Madrid, è stato molto critico nei confronti di Medié Jiménez, e con quello del VAR, Cuadra Fernández. Nel mirino ovviamente, il "rosso" sventolato in faccia a Militao dopo appena 8' di gioco. "La partita è condizionata dall'espulsione. È difficile, a questi livelli, giocare in dieci contro undici per quasi tutta la partia. In occasione dell'espulsione comunque il regolamento parla chiaro. Il nostro avversario controlla il pallone e non si dirige verso la porta, ma corre verso sinistra. Non c'è dunque una chiara occasione da gol. Non mi sembra che avesse una chiara occasione a gol.  Credo che un cartellino giallo sarebbe stato molto più che sufficiente". L'arbitro, fra l'altro, aveva giudicato l'azione da "giallo". Poi però è stato richiamato per verificare gli estremi di una eventuale espulsione. E ha cambiato la sua decisione iniziale.

VINICIUS - Polemiche anche per la concessione del rigore per il fallo di Vinicius. "Ha deciso che il fallo sia avvenuto in area. E nonostante le proteste, non è voluto andare a rivedere l'azione al monitor. Mi sembra che il contatto non avvenga all'interno dell'area di rigore e mi stupisce molto che l'arbitro non sia neanche andato a consultare il review considerando che le immagini inducono almeno al dubbio che il fallo possa essere stato commesso fuori". In quella occasione però l'arbitro, secondo quanto riportato dal quotidiano, è stato avvisato direttamente tramite auricolare. Le immagini erano chiare e non c'era bisogno di andare a rivedere l'azione.