Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Real, Odegaard deluso e immalinconito: vuole lasciare la Casa Blanca

SAN SEBASTIAN, SPAIN - SEPTEMBER 20: Vinicius Junior of Real Madrid and Martin Odegaard of Real Madrid warm up prior to the La Liga Santander match between Real Sociedad and Real Madrid at Estadio Anoeta on September 20, 2020 in San Sebastian, Spain. (Photo by Juan Manuel Serrano Arce/Getty Images)

Il ragazzo, deluso dalla sua esperienza a Madrid, ha deciso di cambiare aria.

Redazione Il Posticipo

Odegaard ha detto basta. Il ragazzo  vuole lasciare il Real Madrid sin da subito e proverà a riuscirci in questa finestra di mercato invernale. Il norvegese ritiene che il suo ruolo all'interno della Casa Blanca non è quello che si aspettava. E neanche quello che gli era stato promesso la scorsa estate.

ROTTURA - Secondo quanto riportato da AS, lo strappo si è consumato prima della Supercoppa di Spagna. E alla base della mancata convocazione c'è proprio la volontà di lasciare il Real. L'obiettivo di Odegaard è di trovare una squadra dove poter andare a giocare in prestito per i prossimi sei mesi. Una scelta dettata dalla volontà di giocare. Non gli interessa far parte della rosa, per quanto prestigiosa, del Real. Il norvegese preferisce scendere in campo anche con altre maglie piuttosto che continuare a vedere gli altri giocare.

CARRIERA - Il centrocampista, assicurano dalla Spagna, ritiene di essere in un momento chiave della sua carriera. Zidane, però, lo vede poco. Come tutti i giovani. Il tecnico francese preferisce puntare sulla vecchia guardia. Scelta che penalizza Odegaard che, potendo scegliere, avrebbe già individuato la prossima destinazione. La Real Sociedad che fra l'altro non aspetta altro che riabbracciare il ragazzo per un finale di stagione.

 (Photo by Gonzalo Arroyo Moreno/Getty Images)

Un'altra patata bollente, dunque, nello spogliatoio, per Zidane. Il tecnico francese, nella scorsa estate, aveva chiesto a gran voce il ritorno di Odegaard. Lo riteneva un innesto necessario per ampliare il ventaglio di scelte a centrocampo. L'accordo con la Real Sociedad prevedeva invece un'altra stagione a San Sebastián.

DELUSO - Odegaard era tornato in anticipo, convinto, considerando la richiesta del tecnico, di trovare spazio e minutaggio. Non è andata esattamente così: sinora appena sette presenze e 232' di gioco. E la freddezza con cui Zidane ha trattato la questione relativa a chi gioca poco, scaricando la responsabilità sui giocatori che non hanno fatto abbastanza per convincerlo, rappresenta la classica goccia che ha fatto traboccare il vaso e invogliare Odegaard a rifare le valigie. Resta da capire, però, se il tecnico e la dirigenza lo accontenteranno.