Real, nessuna festa in caso di vittoria della Liga

Real, nessuna festa in caso di vittoria della Liga

Non è più questione di se, ma di… quando il Real vincerà il campionato. In ogni caso non sarebbe prevista alcuna festa.

di Redazione Il Posticipo

Non è più questione di se, ma di… quando. La Liga ormai sembra avviata verso Madrid. Alla Casa Blanca è sufficiente una vittoria contro il Villarreal per rendere incolmabile il distacco di quattro punti che ha sul Barcellona. 90′ o, nella peggiore delle ipotesi, 180′ per fregiarsi del 34esimo titolo. Però il club è preoccupato. Non solo dal punto di vista sportivo.

ATTESA – La partita non è di quelle semplicissime. A entrambe serve una vittoria per essere certi di centrare i rispettivi traguardi. Con i tre punti anche il sottomarino giallo si garantirebbe aritmeticamente un posto per l’Europa in vista della prossima stagione. E proprio per questo in città cresce l’attesa per tornare a festeggiare un titolo che manca dalla stagione 2016/2017. L’appuntamento, rigorosamente a porte chiuse, è al “Di Stefano” alle 21. E se tutto andrà come il club si augura, alle 23 il Real sarà campione.

NO PARTY-  C’è però un avversario ancora più insidioso del Villarreal. L’entusiasmo dei tifosi che aspettano da tre anni di strappare lo scettro ai rivali storici del Barcellona. E non è inimmaginabile pensare che qualcuno abbia la non felicissima idea di scendere in piazza a festeggiare il titolo. Non si può. Non a caso, il Real Madrid, secondo quanto riportato dal sito Bernabéu Digital, non avrebbe alcuna intenzione di organizzare feste. E la conferma arriva anche dai social della nota trasmissione “El Chiringuito”.

CIBELES – Perfettamente inutile, dunque, riunirsi in pericolosi assembramenti a Plaza de Cibeles, ritrovo storico dei festeggiamenti dei tifosi del Real in attesa dei giocatori che non raggiungeranno la piazza. Qualora i blancos ai aggiudicassero la Liga sin dal prossimo turno, non c’è comunque l’ intenzione di creare situazioni che possano agevolare la diffusione della pandemia. Dunque, non è contemplata, almeno sinora, alcuna celebrazione del titolo. Ci sarà tempo e modo, quando l’emergenza sarà definitivamente rientrata.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy