calcio

Real, nervi tesi e Isco attacca il Bernabeu: “Che cosa volete?”

(Photo by David S. Bustamante/Soccrates/Getty Images)

Stagione finora molto complicata per il trequartista spagnolo. Prima le incomprensioni con Lopetegui, poi quelle con Solari. E adesso anche i fischi dei propri tifosi durante la sfida col CSKA Mosca: sarà l'ultima stagione dello spagnolo a Madrid?

Redazione Il Posticipo

"Il buongiorno si vede dal mattino" diceva un vecchio motto. Chissà che cosa avrà visto Isco all'inizio di questa stagione... Gli addii di Zidane e CR7 hanno ingrigito l'ambiente Real: Florentino Perez nei primi mesi è riuscito a negare l'evidenza, ma settimana dopo settimana è stato costretto a ravvedersi e a incassare le critiche. Nel frullatore Real ci è finito anche Isco: Lopetegui lo ha usato col contagocce, poi c'è stato un brutto problema di appendicite. Ma quando ha ritrovato la condizione, la musica non è cambiata. Con Santiago Solari ha giocato scampoli di partita senza incidere. Che il tecnico argentino lo consideri una seconda scelta è evidente anche da un altro dato: Isco è partito titolare contro il CSKA Mosca, in una partita che ai fini della classifica del girone di Champions non aveva alcun significato...

"CHE COSA VOLETE?" - Come riporta As, il pubblico del Bernabeu non le ha mandate a dire alla squadra già alla fine del primo tempo, chiuso dai blancos in svantaggio di due gol. Al 55' il fattaccio che ha infiammato l'atmosfera: grande giocata individuale di Vinicius che scarica per Isco, che prova la conclusione sfiorata però da un difensore avversario. L'angolo però non viene concesso: seguono le proteste dello spagnolo con la terna arbitrale, il pubblico però inizia a rumoreggiare. Allora Isco stizzito attacca qualcuno sugli spalti gridando: "Che cosa volete?". E lì arriva una pioggia di fischi.

ISCO CERCA CASA? - Il segnala di insofferenza del giocatore non è passato inosservato. Sembra essere andato in frantumi l'idillio tra il trequartista spagnolo e l'ambiente dopo i successi delle scorse stagioni. Isco vorrebbe giocare con più regolarità e, convinto del suo potenziale, sembra disposto a partire pur di trovare spazio. Che il giocatore piaccia alla Juventus e al Manchester City non è un mistero: gli screzi tra lo spagnolo e il suo pubblico potrebbero riaccendere una pista di mercato mai tramontata. In fondo, Isco cerca solo una casa... senza fischi!