Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Real Madrid, quando scendere in campo…è un problema: Zidane fa giocare Bale e James Rodriguez per punizione

Il gallese e il colombiano non rientrano nei piani di Zidane, che non li schiera molto di frequente, anzi. Quando scende in campo, dunque, la strana coppia dovrebbe avere un motivo in più per fare bene e cercare di far cambiare idea al tecnico....

Redazione Il Posticipo

Solitamente, giocare con il Real Madrid è un sogno. Praticamente ogni calciatore spera un giorno di poter indossare la maglia dei Blancos, anche solo per una partita di scarsa importanza. Poi però ci sono dei casi molto particolari. Come quelli di Gareth Bale e James Rodriguez. Il gallese e il colombiano, ormai è evidente, non rientrano nei piani di Zidane, che tra infortuni (veri o presunti) e scelte tecniche non li schiera molto di frequente, anzi. Quando scende in campo, dunque, la strana coppia dovrebbe avere un motivo in più per fare bene e cercare di far cambiare idea al tecnico. Difficile, però, se Zizou li schiera...per punizione.

DAVIDE CONTRO GOLIA - "Penitencia", questo il termine utilizzato da AS per descrivere la scelta del francese. L'idea che giocare una partita con il Real sia una punizione è abbastanza complicata da processare, ma se c'è un match in cui essere inseriti nell'undici titolare non è segnale di fiducia da parte dell'allenatore, certamente è quello che affronteranno i Blancos. Il club 13 volte campione d'Europa va infatti a far visita all'Unionistas, club di Segunda Division B, che si ritrova ad ospitare la squadra di Hazard e compagni per il match di Copa del Rey. Una vera e propria sfida tra Davide e Golia, considerando che con il monte ingaggi del Real i padroni di casa possono pagare la loro rosa per appena...822 anni.

SQUADRA B - Largo dunque al Real Madrid B, non inteso come seconda squadra ma come quelli che giocano meno. E se per Vinicius e Nacho Monreal questa partita può davvero rappresentare la possibilità di farsi vedere agli occhi di Zizou, mentre per Isco è un'occasione per mettere altri minuti nel motore dopo una stagione e mezzo da sottoutilizzato, per altri è il segnale di una bocciatura più o meno irrevocabile. È il caso di Jovic, che rischia addirittura di vedersi soffiare il posto da Brahim Diaz, ma soprattutto dei due grandi casi di questo Real. Se Bale e James avevano bisogno di capire quali fossero per loro i piani di Zidane, il match con l'Unionistas dà risposte abbastanza chiare. E chissà che non influisca anche sul mercato...