Real Madrid, nuove rivelazioni dalla Spagna: ecco come Bale ha…licenziato Zidane

Questa la ricostruzione di El Pais, che ripercorre tutto quello che è accaduto dalle parti della Casa Blanca nei giorni successivi alla finale di Champions contro il Liverpool. Una scelta che ora il Real sta pagando forse a caro prezzo…

di Redazione Il Posticipo

Ma quale Perez, ma quale Cristiano Ronaldo. A causare l’addio di Zizou al Real Madrid è stato…Gareth Bale. Anzi, per la precisione è stata la doppietta (con un po’ di aiuto di Karius) nella finalissima di Kiev. Da quel momento, il futuro del francese sulla panchina del Real Madrid è stato a rischio. E la valanga CR7 non ha fatto altro che accelerare un processo iniziato proprio durante la serata più importante dell’anno. Bale fa e Bale disfa, perchè la rovesciata galactica ed il tiro non irresistibile da fuori area hanno regalato al Real la Champions e hanno convinto l’allenatore a lasciare il Bernabeu.

CEDERE BALE – Questa la ricostruzione di El Pais, che ripercorre tutto quello che è accaduto dalle parti della Casa Blanca nei giorni successivi alla finale di Champions contro il Liverpool. Tutto comincia quando il gallese, parlando con i media britannici dopo la doppietta, fa capire che i rapporti con Zizou non sono eccellenti. “Devo giocare tutte le settimane e questo non accade. Parlerà con il mio agente per vedere cosa fare. Mi dispiace non essere titolare, credo di meritarlo”. A quel punto Zidane chiede immediatamente la cessione di Bale. Florentino Perez promette al tecnico l’acquisto di Neymar, nonostante le referenze poco rassicuranti sul brasiliano che arrivano dalla Francia. In alternativa Zizou propone Hazard e Salah, ma una condizione è necessaria. Il gallese deve andarsene.

PEREZ CAMBIA IDEA – Ma Perez, sostiene El Pais, non è molto convinto della scelta di cedere Bale. Vede il gallese come un “suo” acquisto, la cui bontà è stata appena dimostrata dalla doppietta al Liverpool. E poi Florentino, riportano dalla Spagna, sa già che Ronaldo vuole lasciare Madrid e sogna una coppia composta da Bale e da Neymar. El Presi telefona al numero 11 e lo convince ad aspettare a prendere decisioni affrettate, promettendogli che parlerà con il tecnico per dargli un’altra opportunità. Ma secondo la testata spagnola, qui il giocattolo di rompe. Zizou si arrabbia per il cambio repentino di strategia del club e invece di stabilire con la dirigenza le mosse per la stagione successiva, il 30 maggio si presenta con le sue dimissioni, comunicate alla stampa il giorno dopo. E ora il Real di Bale (che è spesso infortunato) è il primo degli ultimi tredici anni a perdere quattro delle prime ultime partite ufficiale. Chissà se Perez comincia a chiedersi se ne sia valsa la pena…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy