Real Madrid, Ceballos è criptico: “Siamo con Lopetegui fino all morte, ma non dipende da noi”. E Perez…

Lopetegui non è preoccupato per la sua panchina, o almeno non lo dà a vedere. Ma Florentino non è certo felice e sugli spalti guarda il cellulare. E Ceballos conferma che la decisione non è assolutamente nelle mani dei calciatori…

di Redazione Il Posticipo

Record negativo, 481 minuti senza segnare. Il gol di Marcelo poi è arrivato, ma è forse l’unica nota positiva di un’altra giornata da dimenticare. Il Levante espugna il Bernabeu, che ricopre i blancos di fischi. Un uno-due, quello iniziale, che ha messo KO la squadra di Lopetegui che non ce l’ha fatta a recuperare. Una difesa troppo perforabile per essere vera, con un Varane che più che da Pallone d’Oro è da film horror. Errore sul primo gol e fallo per il rigore del secondo. E il tecnico? Non è preoccupato, o almeno non lo dà a vedere. “La mia panchina? Al momento è il mio ultimo pensiero”, come riporta AS.

CELLULARE SOSPETTO – C’è da vedere però se è il primo per Perez, che al trentesimo è stato beccato in tribuna con il cellulare in mano. Ovviamente i social network si sono scatenati, con chi sosteneva che stesse mettendo su un’offerta di lavoro come allenatore e chi invece pensa stesse cercando su google dove fosse finito il vero Sergio Ramos. Cambio di rotta in vista? Complicato, se non altro perchè ci sono in rapida successione Viktoria Plzen e soprattutto il Barcellona e un avvicendamento in panchina potrebbe creare una scossa non necessariamente positiva.

CEBALLOS – E di Lopetegui parla Ceballos a fine partita, sostenendo che al tecnico non manca certo il supporto dei suoi calciatori. Ma… “Cattive sensazioni, dovevamo assolutamente vincere questa partita. Ci abbiamo provato fino alla fine e non ci siamo riusciti. Ora speriamo di migliorare nel match di martedì”. Ma ci sarà ancora l’ex CT della Spagna sulla panchina? “Mi fido del mister, ma la decisione non spetta a noi. Però non credo che questa partita gli costerà il posto, noi siamo con lui fino alla morte”. Sarà abbastanza la fiducia dei calciatori per convincere Florentino a non prendere una decisione irrevocabile? Chissà…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy