Real, l’ex presidente Boluda attacca Perez: “Il nuovo stadio è un errore, avevamo Cristiano Ronaldo ma…”

Real, l’ex presidente Boluda attacca Perez: “Il nuovo stadio è un errore, avevamo Cristiano Ronaldo ma…”

Vicente Boluda è stato il numero uno del Real nel 2009, tra le dimissioni di Calderon e la nomina di Perez. L’ex presidente non risparmia durissime critiche nei confronti di Florentino e sogna il suo ritorno a capo dei Blancos…

di Redazione Il Posticipo

Vicente Boluda non riesce a darsi pace di fronte a quanto fatto dal suo successore. L’imprenditore spagnolo è stato il presidente del Real per pochi mesi nel 2009, prima che nel giugno di quell’anno tornasse al timone Florentino Perez, che da allora ad oggi è stato saldamente a capo del club. Boluda però non ha mai nascosto il suo grande sogno: “Proverò ad essere di nuovo il presidente dl Real”. In questi casi la prima cosa da fare è cercare di far perdere un po’ di peso politico all’uomo attualmente a capo dei Blancos. Così si spiega il duro attacco di Boluda a Perez su più fronti: dal rifacimento del Santiago Bernabeu, alla cessione di Cristiano Ronaldo fino al rinnovamento della squadra.

NUOVO BERNABEU – Boluda ha parlato dei suoi progetti ai microfoni del quotidiano El Levante-El Mercantil Valenciano: “Mi piacerebbe molto tornare al Real, penso già a quando si terranno le elezioni… Vorrei sviluppare un piano tutto mio”. Ma Boluda non potrà certamente tornare a capo dei Blancos se sarà ancora forte Perez, criticato duramente dal suo predecessore: “A Florentino interessa accumulare più denaro possibile… Il rimodellamento del Bernabeu è un errore importante. Continuerà a essere un vecchio stadio, non importa quanti soldi spenderà il club”. Stando a quanto riportato da As, i costi per la ristrutturazione saranno intorno ai 600 milioni di euro, ma secondo l’imprenditore Boluda potrebbero aumentare del 25% o del 30%. Ma gli errori di Perez non finiscono qui…

CR7 ED ERRORI – L’ex presidente del Real attacca Perez per la gestione tecnica fatta negli ultimi mesi a capo dei Blancos: “Il Real Madrid si è addormentato sugli allori, abbiamo avuto Cristiano Ronaldo che è stato un grande giocatore e un leader con molto carisma. Segnava cinquanta gol a stagione. È stato ceduto senza aver pianificato il futuro”. L’attacco Boluda ha attaccato la superficialità con cui l’attuale presidente dei Blancos ha gestito il club dopo la partenza del fenomeno portoghese: “Non siamo eterni e la rosa non è stata rinnovata con giocatori di qualità. Sono stati gettati nella mischia molti giovani, ma il Real non può permettersi di sperimentare, giocando tre o quattro competizioni all’anno devi essere al 100%”. Quando la situazione è precipitata Perez ha richiamato Zidane: gli basterà per salvare la faccia e soprattutto la presidenza di fronte agli occhi del suo rivale Boluda?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy