Real, la Champions sembra impossibile: senza Sergio Ramos nelle eliminatorie una sola vittoria negli ultimi 12 anni

Il Real Madrid ha vinto la Liga e ora punta al bis, sognando di portare a casa la Champions League. I Blancos però hanno un paio di problemi non indifferenti nel presentarsi all’Etihad per affrontare il Manchester City. Il primo è il risultato d’andata, il secondo è l’assenza di Sergio Ramos. Senza di lui, è un altro Real…

di Redazione Il Posticipo

Il Real Madrid ha vinto la Liga e ora punta al bis, sognando di portare a casa la Champions League. Considerando che il suo allenatore Zidane non è ancora mai stato eliminato in carriera nella competizione continentale, la sorte potrebbe sorridere ai Blancos. Che però hanno un paio di problemi non indifferenti nel presentarsi all’Etihad per affrontare il Manchester City. Il primo è ovviamente rappresentato dal risultato dell’andata: a febbraio, prima dello stop forzato causa coronavirus, gli spagnoli hanno perso 1-2 al Santiago Bernabeu. Dunque, per passare ai quarti e approdare alla Final Eight in Portogallo serve un’impresa. E il Real dovrà farla senza Sergio Ramos.

UNA SU SETTE – Il Gran Capitan non ci sarà per colpa del rosso preso nel match di andata. E questo per i Blancos è un bel problema, tattico ma non solo. Militao ha già spiegato di essere pronto a sostituire Ramos nella gara chiave della stagione europea del Real, ma quello che il brasiliano non considera è che la sua presenza in campo non tranquillizza per nulla i tifosi. E non dipende dalla bontà delle sue prestazioni, ma…dai numeri. Nelle ultime sette occasioni in cui hanno giocato una partita della fase eliminatoria senza Ramos, le Merengues hanno subito oltre due gol a partita e hanno vinto una volta sola. E si parla di oltre cinque anni fa, lo 0-2 contro lo Schalke 04 agli ottavi di finale.

MALEDIZIONE – Una…maledizione, racconta AS, che comincia nel 2008 contro la Roma. In quell’occasione i Blancos devono recuperare il 2-1 dell’andata, ma finiscono per perdere 1-2 in casa e escono dal torneo. Va male anche nel 2011, quando il centrale si perde il Clasico di ritorno in semifinale e la squadra di Mou non va oltre il pareggio, con Guardiola e i suoi che volano verso la Champions. Nel 2013 il Real senza Ramos perde 3-2 contro il Galatasaray, ma passa il turno grazie al 3-0 dell’andata. Nel 2015, contro lo Schalke, lo spagnolo non gioca nessuna delle due partite per infortunio. E se la prima la sua squadra la vince, al ritorno per poco non succede il patatrac, con i tedeschi che vincono 3-4 al Bernabeu. Anche la Juventus vince a Madrid contro un Real senza Ramos nel 2018 (1-3), salvo poi essere eliminata dal celebre 0-3 del rigore di Benatia. Per non parlare dell’assenza contro l’Ajax nel 2019, cercata con un giallo preso appositamente, e che è costata l’eliminazione ai Blancos (1-4) e la panchina a Solari. Dunque, a Manchester si va senza il talismano Sergio. E chissà come finirà…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy