Real, è l’ora di Hazard. Zidane: “Ha avuto un grosso problema, ma adesso è pronto”

Il tecnico francese dà il via libera al ritorno del belga.

di Redazione Il Posticipo

L’ora di Hazard è scoccata. Il belga è pronto a riprendersi il Real Madrid, dopo averlo soltanto sfiorato lo scorso anno. Primi mesi spagnoli da dimenticare per l’ex Chelsea costretto a convivere fra infortuni, ricadute e scadimenti di forma. Quanto basta per alimentare voci sia sulla sua professionalità che sulla effettiva utilità al progetto tecnico dei blancos.

CALVARIO – Come riportato da Bernabeu Digital, Zidane, in conferenza stampa, ha aperto più di una porta verso il rientro: “Vuole giocare, ha avuto un grosso problema che lo infastidisce da molto tempo. Ma ora quello che vogliamo è che non si senta a disagio. Ci sarà utile, la stagione è lunghissima. È un professionista e vuole aiutare i suoi compagni. Il suo rientro è vicino, ormai è pronto. Si allena regolarmente con la squadra. Adesso valuteremo come e quando reinserirlo”.

RIPRESA – La sensazione è che Zidane sia pronto a ritagliargli dei minuti sin dalla prossima partita per aiutarlo a recuperare forma fisica e continuità di rendimento. Il tecnico francese però non vuole correre alcun rischio:  è fondamentale che Hazard sia al 100%, perché a lungo andare tornerà ad essere un giocatore importante, ma prima deve riprendere il ritmo gara.

CONCORRENZA – Del resto questa e, anzi, deve essere la stagione del riscatto per il belga. Per una serie di motivi. In primis, la feroce concorrenza interna. Dalla sua parte c’è un ventenne come Vinicius, che sinora ha trovato molto spazio e ha una certa intesa anche con il resto della squadra. Poi c’è da vincere la diffidenza dei tifosi, che non hanno apprezzato il suo sovrappeso alla ripresa degli allenamenti. Infine, una sfida con sé stesso. Hazard vuole dimostrare di essere un calciatore da Real Madrid. Alla Casa Blanca, del resto, la permanenza può diventare molto complicato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy