Real in corsa per il Triplete? Toshack lo boccia: “Mezza squadra se ne può andare”

Real in corsa per il Triplete? Toshack lo boccia: “Mezza squadra se ne può andare”

La squadra di Solari è ancora in corsa per la Liga, per la Champions League e per la Coppa del Re: questo però non basta a convincere l’allenatore gallese, che ne ha approfittato per dare un’altra bella strigliatina al suo connazionale Bale…

di Redazione Il Posticipo

Marcelo, Bale e Isco: bastano questi tre nomi a far discutere. Santiago Solari è stato abile a rivitalizzare i Blancos dopo l’inizio shock con Julen Lopetegui in panchina: da quando il tecnico argentino è stato promosso dal Real Castilla alla prima squadra, il rendimento della squadra di Florentino Perez è migliorato… a parte il k.o. casalingo col Girona al Santiago Bernabeu nell’ultima giornata di Liga! Questa sconfitta ha frenato un po’ il Real, senza spegnerne però l’ambizione: i Blancos sono a -9 dal Barça capolista, hanno pareggiato 1-1 al Camp Nou coi catalani nell’andata della semifinale di Coppa del Re e hanno vinto l’andata con l’Ajax agli ottavi di Champions League. Insomma: il Triplete è ancora possibile… ma secondo l’allenatore gallese John Toshack la squadra sarebbe tutt’altro che unita!

VALIGIA IN MANO? – Conosce il Real come le sue tasche, avendolo guidato nel 1989-90 e per qualche mese nel ’99… E poi tra quelli con la valigia in mano ci sarebbe anche il “suo” Bale! Ci meglio di Toshack poteva commentare il momento del Real? Il gallese ha parlato senza peli sulla lingua ai microfoni di Gol: “Marcelo ha già fatto i suoi anni bellissimi a Madrid, ma arriva un momento in cui devi iniziare a pensare a qualche altro giocatore. Non solo Marcelo: mezza squadra a Madrid è molto vicina ad andarsene! Ci vuole un piccolo rinnovamento in generale, non solo sul lato sinistro”. Presto ci saranno grandi cambiamenti anche in attacco?

BALE – Toshack è ritornato su un tema a lui molto caro: l’ambientamento di Gareth Bale. “Quando vai in un altro Paese per lavorare o giocare, hai l’obbligo di provare ad imparare la lingua che si parla in quel posto. C’è gente che è d’accordo e gente che non lo è. Dopo sei o sette anni, come gesto di rispetto nei confronti delle persone, Gareth dovrebbe provare a esprimere i suoi sentimenti nella stessa lingua del Paese in cui lavora. È una cosa piccola, ma è importante”. A Bale però finora non sembra essere importato granché. Intanto le voci sul suo possibile ritorno in Premier League si fanno sempre più intense… L’appello di Toshack è destinato a restare inascoltato?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy