calcio

Real, Conte sale ma i tifosi…non lo vogliono!

Di fronte ai no ricevuti per Pochettino e Klopp, l'attuale allenatore del Chelsea sembra l'opzione più realistica per palmares e dimensione internazionale. Ma, se la dirigenza la pensa così, non si può dire altrettanto dei tifosi delle Merengues.

Francesco Cavallini

Il mondo è bello perchè è vario e lo stesso andazzo vale per il calcio. Ognuno ha la sua opinione ed è libero di esprimerla. Logico, dunque, che ogni tifoso del Real Madrid abbia un suo preferito quando si tratta di scegliere il tecnico che sostituirà Zidane. Nella ridda di voci e di nomi associati alla panchina dei Blancos è spuntato prepotentemente il nome di Antonio Conte. Di fronte ai rifiuti del Tottenham e del Liverpool per Pochettino e Klopp, l'attuale (chissà per quanto) allenatore del Chelsea sembra l'opzione più realistica per palmares e dimensione internazionale. Ma, se la dirigenza la pensa così, non si può dire altrettanto dei tifosi delle Merengues.

SPAGNA - Non che tra forum e social network ci sia una qualche campagna anti-Conte, ma il nome del tecnico pugliese non è mai considerato tra i preferiti della aficion madridista. Più di qualcuno pone qualche dubbio sull'adattabilità di Conte alla rosa del Real (considerata troppo pronta per un allenatore abituato a plasmare le squadre a sua immagine e somiglianza) o allo stile di gioco dei Blancos. E le discussioni spagnole si infiammano. "Prendere Conte sarebbe il peggior errore degli ultimi anni", sentenzia un tifoso. Qualcuno è preoccupato per il carattere del tecnico. "Quello che crea problemi a Conte è il suo carattere, molto pazzo e che lo porta a scontrarsi con tutti". E nella penisola iberica si tende a preferire l'ipotesi interna Guti, dando per assodato che Pochettino e Klopp non siano disponibili.

MONDO - A livello internazionale cambia poco, se non che tra i nomi suggeriti spunta quello di Wenger. Nei forum in lingua inglese dei tifosi del Real Madrid, Conte non gode di grande considerazione. "Tra Conte e Sarri preferisco Wenger". Ma anche "leggere di Conte in lizza per la panchina mi fa sognare di prendere Laudrup". Queste alcune delle opinioni in una discussione che qualcuno ha, abbastanza giustamente, intitolato "Rimpiazzare l'irrimpiazzabile". E addirittura c'è chi aggiunge, in un impeto di nostalgia, che "se proprio dobbiamo prendere un allenatore italiano, perchè non pensare a Capello? Arriva, vince il campionato e se ne va a fine stagione". Quando, sottinteso, magari Pochettino o Klopp saranno disponibili.