Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

RB Lipsia contro Union Berlino: nel 2020 un funerale, ora una semifinale…da Coppa di Germania Est

LEIPZIG, GERMANY - JANUARY 20: Emil Forsberg of RB Leipzig 
celebrates with teammates Nordi Mukiele and Dani Olmo after scoring their team's first goal during the Bundesliga match between RB Leipzig and 1. FC Union Berlin at Red Bull Arena on January 20, 2021 in Leipzig, Germany. Sporting stadiums around Germany remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Maja Hitij/Getty Images)

Dopo le ottime prestazioni in Europa League, l'RB Lipsia fa rotta verso la Coppa di Germania. In semifinale però c'è un ostacolo non da poco: arriva l'Union Berlino, che tra le tante squadre che...sopportano poco i sassoni è in prima fila!

Francesco Cavallini

Dopo la qualificazione alla semifinale di Europa League, grazie al doppio confronto vinto contro l'Atalanta, l'RB Lipsia fa rotta verso un altro trofeo, la Coppa di Germania. Con il Bayern Monaco fuori dai giochi e con l'altra semifinale tra una squadra di Zweite Bundesliga (l'Amburgo) e un buon club di massima divisione (il sorprendente Friburgo di Streich), arrivare alla finalissima significherebbe avvicinarsi molto a un trofeo già sfiorato nel sia nel 2019 che nel 2021. Prima però c'è un ostacolo non da poco, anzi. La squadra guidata da Tedesco dovrà vedersela nel penultimo atto contro l'Union Berlin, per una semifinale dal sapore nostalgico, in cui si affrontano due squadre che una volta si sarebbero giocate la Coppa di Germania...Est.

MARCIA FUNEBRE - E ci sono da attendersi scintille, considerando che a inizio 2020, in un match di campionato, i tifosi dell'Union nel pre-partita hanno organizzato una marcia funebre lungo la strada che porta alla Red Bull Arena. I supporter della squadra berlinese, all'epoca neopromossa in Bundesliga, hanno mostrato uno striscione: "Il Lipsia è la morte del calcio!". Tra le due squadre non corre buon sangue, nonostante rappresentino entrambe la Germania Est, finita nei libri di storia dopo la caduta del Muro di Berlino il 9 novembre 1989. I tifosi dell'Union attaccano i nuovi giganti rivendicando il ruolo di veri rappresentanti della vecchia DDR, ma non solo. Le ragioni dell'odio sportivo per i sassoni sono altre e...condivise anche all'Ovest.

TRADIZIONE CONTRO MODERNITÁ - Quella del Lipsia sembra una favola calcistica, ma lo è al massimo al di fuori dai confini. In patria, i tifosi tedeschi non racconterebbero mai la storia della Cenerentola biancorossa ai loro figli... Questione di cultura calcistica "vecchie maniere", con il purismo scottato sia dall'acquisto del titolo sportivo del Markranstädt che dal fatto che il nome, RasenBall, sia un modo abbastanza furbo di far comparire le iniziali dello sponsor, la Red Bull. Quanto basta per irritare il supporter medio tedesco, che rifiuta l'idea di una squadra senza tradizione storica capace di scalare le vette del calcio tedesco e rappresentarlo ad alti livelli in campo internazionale. Figurarsi poi quelli dell'Union, che sono una tifoseria decisamente vecchio stile, ancorata a valori che il Lipsia di certo non rappresenta. Logico dunque che la partita sarà molto sentita, sia in campo che fuori. E non solo per l'obiettivo di andarsi a giocare la finale...