calcio

Razzismo in campo: reazioni umane a gesti disumani fra palloni scagliati, appelli social e banane

Redazione Il Posticipo

 (Photo by Tolga Bozoglu - Pool/Getty Images)

Moise Kean nell'ultimo scorcio di campionato dello scorso anno, fa vedere di che pasta è fatto e agli avversari comincia a far paura. Tanto che la curva del Cagliari, spaventata dal potenziale del ragazzo, avrebbe cominciato a indirizzargli qualche coro razzista. Kean è giovane e impetuoso. Prima risponde sul campo con un gol ma poi, per liberarsi del fastidio, va ad esultare in faccia ai tifosi avversari. E si scatena il finimondo.

Potresti esserti perso