Razzismo in Cina, Demba Ba vittima di discriminazione?

L’ex calciatore del Chelsea è al centro di un caso di razzismo: nella sfida di Super League Cinese sarebbe stato apostrofato con epiteti razzisti da un calciatore avversario.

di Redazione Il Posticipo

 

Razzismo in Cina? Nel campionato più multiculturale del mondo? La notizia arriva dal Sun e ha come protagonista Demba Ba. L’ex calciatore del Chelsea sarebbe stato vittima di manifestazioni discriminatorie durante una partita di Super League Cinese.

 

IL FATTO –Si gioca Shanghai Shenhua e Changchun Yatai e a centrocampo accade qualcosa di particolare. Prima un battibecco, poi un evidente momento di tensione che ha coinvolto il senegalese Demba Ba e Zhang Li. Sembra che il calciatore cinese abbia pronunciato un pesante insulto razzista verso l’avversario. L’unica certezza è che i due giocatori si sono accapigliati. L’arbitro ha risolto la questione mostrando a entrambi il cartellino giallo.

REAZIONE – La reazione di Demba Ba è scomposta: afferra l’avversario e poi la sua pelle per evidenziare la sua versione dei fatti. Il calciatore ha percepito qualche riferimento, anche pesante di stampo razzista? La tesi sarebbe avvalorata dalle dichiarazioni del club. Dopo la partita, Jingui Wu, manager dello Shenhua, è stato abbastanza chiaro: “La Super League cinese ha giocatori con molti colori differenti. Dovremmo rispettare i nostri avversari e non ci dovrebbero essere discriminazioni. Provo un grande dispiacere per la mancanza di rispetto nei confronti di un giocatore”. Anche la società, sul proprio profilo ufficiale, ha preso una posizione netta sull’accaduto.

“]

 

A questo punto la palla passa alla giustizia sportiva: sia il calciatore cinese sia il club potrebbero incorrere in una pesante squalifica.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy