Razzismo, Guardiola “chiude” il caso Silva-Mendy: ” Bernardo scherzava, la FA si concentri su altri problemi”

Razzismo, Guardiola “chiude” il caso Silva-Mendy: ” Bernardo scherzava, la FA si concentri su altri problemi”

Il tecnico del City, interpellato sulla possibile inchiesta della FA per il post di Bernardo Silva su Mendy, chiude la questione e invita la Federazione a fare altrettanto.

di Redazione Il Posticipo

Guardiola chiude il caso Mendy – Bernardo Silva. E invita la FA a fare altrettanto. Il tecnico del Manchester City, a margine della sfida in Carabao Cup, minimizza quanto accaduto. E anzi, lancia anche un messaggio molto chiaro alla FA: i problemi legati al razzismo sono altrove. E andrebbero cercati lontano dal City.

MEME – Tutta “colpa” dell’ormai famoso meme del portoghese che, su instagram, ha postato una foto riguardante la somiglianza fra il suo compagno di squadra Mendy e un personaggio spagnolo. “Conguitos” simbolo di una marca di cioccolatini. Tanto è bastato, alla FA, per aprire una inchiesta sul razzismo. Il giocatore del City, sebbene abbia immediatamente precisato che fosse uno scherzo fra amici, rischia una multa e una squalifica.

RAZZISMO – Guardiola, in tal senso, è molto chiaro. Le sue parole sono riportare dal Sun. “Onestamente, non so cosa accadrà, però credo che in FA dovrebbero concentrarsi su un altro problema perché non sanno di quale ragazzo stanno parlando. Bernardo è una delle persone più adorabili che abbia mai incontrato in vita mia. Parla quattro o cinque lingue ed è il modo migliore per capire quanto sia aperto.Uno dei suoi migliori amici è Mendy. È come un fratello per lui”.

GIOCO- Guardiola ha anche aggiunto che è pronto a testimoniare alla FA: “Se vogliono risposte sono pronto a fornirle. L’immagine non riguarda il colore della pelle, Bernardo ha semplicemente visto una foto di Benjamin da giovane e l’ha associata a questo personaggio solo perché aveva trovato una divertente similitudine fra i due. Credo che Bernardo sia pronto a spiegare tutto. Ma prima la FA deve chiedersi con quale persona stia parlando“. Caso chiuso. Del resto anche Mendy ha postato una foto abbastanza eloquente per chiarire come non si fosse affatto sentito offeso. Ultima parola, comunque, alla FA.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy