Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Raspadori: “Ci è mancata la precisione e in queste partite fa la differenza”

LONDON, ENGLAND - JULY 11: Giacomo Raspadori of Italy celebrates with The Henri Delaunay Trophy following his team's victory in the UEFA Euro 2020 Championship Final between Italy and England at Wembley Stadium on July 11, 2021 in London, England. (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

Record, ma anche una punta di amarezza per il pari contro i bulgari.

Redazione Il Posticipo

Trentacinquesimo risultato utile per la nazionale di Mancini che eguaglia Brasile e Spagna, ma al netto del record c'è comprensibile amarezza per il pareggio interno maturato contro una Bulgaria che ha sfruttato la prima e unica disattenzione azzurra. La partita si era messa bene, ma dopo il pari gli azzurri hanno mostrato qualche difficoltà: è mancata la stoccata negli ultimi sedici metri. Raspadori analizza la sfida ai microfoni di Raisport.

SUBENTRATO - Il centravanti del Sassuolo ha avuto la possibilità di entrare in campo ma non è stato decisivo. Difficile esserlo nell'ultimo quarto d'ora specialmente contro una squadra che ha pensato esclusivamente a difendersi. Autore comunque di una giocata importante Tiro ribattuto, comunque una buona opportunità. "Quando si entra dalla panchina cerco sempre di dare il massimo. Abbiamo creato tanto e dopo aver vinto un'europeo le squadre si chiudono".

GIRONE - Raspadori si è comunque mosso bene. E la nazionale non è sembrata in debito d'ossigeno. Forse è mancato qualcosa negli ultimi sedici metri. "La precisione è mancata e in queste partite fa la differenza, soprattutto negli ultimi venti metri. Sicuramente la condizione fisica non è un problema c'è da lavorare, a testa bassa, partita dopo partita. Non penso alla Svizzera, dobbiamo pensare a noi. Adesso testa bassa e pedalare per tentare di portare a casa i tre punti".