Rashford, ora o mai più: il rischio è diventare il nuovo… Walcott

Rashford, ora o mai più: il rischio è diventare il nuovo… Walcott

Ci sono dei giocatori che arrivano nel grande calcio e si affermano subito. Altri, come Marcus Rashford, hanno bisogno di un po’ più di tempo. Il Sun lancia un appello al giocatore dei Red Devils: ora o mai più, anzi…

di Redazione Il Posticipo

Ci sono dei giocatori che appena affacciatisi nel calcio,ci mettono poco tempo per affermarsi. Altri, invece, dopo un inizio esaltante tirano un po’ il fiato e decidono di rimanere in quel limbo tra il campione e il flop. Ecco, un’analisi del Sun invita Marcus Rashford a prendere decisioni utili a uscire da questo stallo altrimenti… diventerà il nuovo Theo Walcott.

MARCUS… WALCOTT – Già, perché l’ex esterno dell’Arsenal arriva a Londra nel 2006 dal Southampton preceduto dalla nomina di uno dei migliori prospetti del campionato: velocità straordinaria, ottimo dribbling anche se non troppo appariscente. E ancora: senso della posizione, l’abilità di mettere bene la palla al centro e la disponibilità a rientrare in fase di non possesso per aiutare i compagni. In effetti,  Walcott fa tutto bene, ma nulla… straordinariamente.

ORA O… –  In questa ottica, secondo il quotidiano inglese, Marcus Rashford deve liberarsi da questa etichetta. Sono già 4 anni che è in prima squadra e ha creato una grande aspettativa nei suoi confronti. Ora è chiamato al definitivo salto di qualità e, paradossalmente, dovrà farlo ora nel momento più difficile: quando Solskjaer decide di utilizzarlo come vertice offensivo della squadra spostandolo dalle sue solite posizioni più arretrate e defilate. Rashford non è un colosso ma non dovrebbe essere un problema visto che in Premier, molte leggende, non erano esattamente dei corazzieri: basti pensare a Rooney. Insomma, ora o mai più. Del resto non è soltanto una questione che interessa solo i tifosi del Manchester United, ma anche e sopratutto quelli della nazionale inglese.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy