Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Rashford: “Eravamo pericolosi in ogni momento e in tutte le zone del campo”

MANCHESTER, ENGLAND - OCTOBER 28: Harry Maguire of Manchester United congratulates team mate Marcus Rashford of Manchester United as he holds the match ball after scoring a hat-rick following the UEFA Champions League Group H stage match between Manchester United and RB Leipzig at Old Trafford on October 28, 2020 in Manchester, England. Sporting stadiums around the UK remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Clive Brunskill/Getty Images)

L'attaccante dello United si gode la tripletta ed esalta il gruppo.

Redazione Il Posticipo

Lo United asfalta il Lipsia. Una manita che esalta Rashford, autore di una tripletta e tanto altro. Il ragazzo è apparso una o due spanne superiore agli avversari. Semplicemente imprendibile. Una dimostrazione di superiorità quasi prepotente, quella dell'attaccante che ha fatto ammattire la difesa del Lipsia, non esattamente l'ultima arrivata per organizzazione.

GRUPPO - Rashford, come riportato da BT Sport, esalta il gruppo, pur essendo ovviamente soddisfatto della prestazione. "L'allenatore ci ha chiesto di giocare a un ritmo molto alto. Noi abbiamo tenuta alta l'intensità perché sapevamo che giocando a certi livelli avremmo trovato diverso spazio. Siamo arrivati sempre primi sul pallone anche con Fernandes e Pogba e questo ci ha permesso di essere pericolosi per tutta la partita. Siamo stati in grado di andare vicino al gol ogno volta che ci siamo presentati negli ultimi metri. Siamo stati insidiosi in ogni zona del campo e per tutta la partita. Dunque, è una grande prestazione di squadra anche perché chi è subentrato ha fornito lo stesso rendimento di chi è stato sostituito".

ATTEGGIAMENTO - Il ragazzo elogia l'atteggiamento dei suoi compagni.  "Non credo si potesse chiedere molto di più in termini di atteggiamento e approccio. La squadra ha aggredito il match e l'ha saputo e voluto chiudere". Una ferocia vista raramente. I gol sarebbero potuti essere anche di più. "In occasione del mio primo gol pensavo di essere nella mia metà campo quindi ero un po 'confuso quando la bandierina si è alzata. Anche a Cavani è stato annullata una rete.  Tutto quello che possiamo fare è aspettare e vedere quando la palla è in rete. Dobbiamo lavorare con VAR ora fa parte del nostro gioco. Prima ci abituiamo, meglio è, adesso concentriamoci nel sommare più punti possibili". Discussione per il calcio di rigore con Martial. "Un po' si, ma alla fine sono contento che anche Anthony possa acquisire fiducia".