calcio

Watford, ecco Ranieri: “Sistemare le cose presto e bene. Prima 40 punti, poi vediamo”

GENOA, ITALY - NOVEMBER 26: Claudio Ranieri head coach of UC Sampdoria during the Coppa Italia match between UC Sampdoria and Genoa CFC at Stadio Luigi Ferraris on November 26, 2020 in Genoa, Italy. (Photo by Paolo Rattini/Getty Images)

Il tecnico rilascia le sue prime dichiarazioni da allenatore del Watford.

Redazione Il Posticipo

Claudio Ranieri rilascia le sue prime dichiarazioni da allenatore del Watford. Il tecnico, che ha già esperienza di salvezze miracolose e... miracoli in Premier, eredita una squadra al 15esimo posto in classifica. Situazione seria, ma non disperata. L'allenatore romano, come riportato dal sito ufficiale del club, ha fissato immediatamente la quota salvezza. 40 punti da raggiungere presto e bene.

PREMIER - Ranieri è molto felice di essere tornato in Premier. Ed è sicuro di poter condurre gli Hornets alla permanenza. "Il Watford è un ottimo club per me, volevo tornare in Inghilterra e sono molto contento. Ho visto tutte le partite della Premier League. Penso che la squadra abbia in roa dei calciatori all'altezza del campionato. Ho la mia filosofia, la mia mentalità e dobbiamo lavorare duro per cambiare le piccole cose". Inizio da brividi contro il Liverpool. "Occorre sistemare rapidamente la situazione. Voglio che i miei giocatori mi capiscano molto presto. Il primo passo da fare è lavorare per mettersi al sicuro. Ci servono 40 punti. Poi vedremo il da farsi".

GENOA, ITALY - NOVEMBER 26: Claudio Ranieri head coach of UC Sampdoria during the Coppa Italia match between UC Sampdoria and Genoa CFC at Stadio Luigi Ferraris on November 26, 2020 in Genoa, Italy. (Photo by Paolo Rattini/Getty Images)

PROSPETTIVE -  Il Watford probabilmente immaginava un campionato un po' diverso. Perlomeno più sereno. Ranieri ha invitato i tifosi all'ottimismo. "Abbiamo giocatori molto bravi davanti, molto veloci. Serve solo chiudere un po' di più gli spazi e aiutare la linea difensiva. A volte ci vuole un po' di tempo per sistemare una squadra formata da tanti giocatori nuovi,  ma so che in Premier League non c'è tempo. Per questo motivo dobbiamo lavorare sodo e velocemente. Spero di regalare ai tifosi  uno spettacolo all'altezza".

SUPPORTO - Il tecnico infine chiama i tifosi a raccolta. "Abbiamo bisogno del loro supporto dal primo all'ultimo secondo della partita. Contro ogni squadra ci saranno dei momenti specifici in cui sentiremo la pressione ma è anche il bello del calcio, fa parte di tutto quello che ancora mi spinge ad andare in panchina. Amo sentire l'adrenalina e l'atmosfera che si respira intorno a una partita. Ai tifosi posso promettere che lavoreremo tantissimo, ci attende una stagione difficile ma siamo molto fiduciosi".

.