Ranieri si arrabbia: “Mi servono due centrali destri. Oggi avrei messo olio, sale e pepe per mangiarmeli vivi…”

Ranieri si arrabbia: “Mi servono due centrali destri. Oggi avrei messo olio, sale e pepe per mangiarmeli vivi…”

Sampdoria travolta dalla Lazio e mai in partita. Ranieri non è riuscito a fermare la marcia dei biancocelesti. Ranieri esprime la sua delusione

di Redazione Il Posticipo

Un 5-1 che lascia poco spazio alle interpretazioni. La Sampdoria non interrompe il volo della Lazio che centra undici vittorie consecutive: blucerchiati mai davvero in partita. Sotto 3-0 al termine del primo tempo e nel finale va anche peggio, con l’espulsione di Chabot. Gara da archiviare al più presto dunque, per mister Ranieri.

MALE – Il tecnico della Sampdoria analizza la sfida ai microfoni Sky: “Stasera ci metto olio, sale e pepe e me li mangio vivi. Devono lottare sulla prima palla, la Lazio ha vinto la terza, la quarta e la quinta. Lazio troppo brava, sa quello che vuole e come ottenerlo. Noi non siamo stati squadra, la peggior partita della mia gestione. Non accampiamo scuse, diamo i meriti alla Lazio che si è anche divertita mentre giocava. Non so se sia da scudetto, occorre vedere in che posizione sarà a fine marzo. Se continua così nessun traguardo gli è precluso”.

PASSO INDIETRO – La classifica più rassicurante è stata un fattore. Adesso si deve ricollegare la spina: “Sarà più facile riprendere. Credo che tutti saranno delusi e dispiaciuti della prestazione. Mi auguro che tutti vogliano riprendere il coltello nei denti. La Sampdoria non è abituata a lottare, per quello parlo sempre di sabbie mobili. Caprari? Se dovesse andar via, ne deve arrivare uno più forte. Non ho dato il benestare alla partenza di nessuno se non arriva qualcuno più bravo. Defrel? Non credo che ritorni, è già stato qui lo scorso anno. Mi servono due centrali difensivi destro”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy