Ranieri: “Una sconfitta che ci sta, ma non ci sta il primo tempo, troppo timidi e timorosi”

Ranieri: “Una sconfitta che ci sta, ma non ci sta il primo tempo, troppo timidi e timorosi”

La Sampdoria gioca una partita coraggiosa. Va sotto di due gol ma riesce a rientrare in partita e tenere impegnata l’Inter sino all’ultima goccia di sudore.

di Redazione Il Posticipo

La Sampdoria gioca una partita coraggiosa. Va sotto di due gol ma riesce a rientrare in partita e tenere impegnata l’Inter sino all’ultima goccia di sudore. Una sconfitta che a San Siro ci può stare ma che lascia intatte alcune certezze. La squadra di Ranieri ha un’anima e spirito di sacrificio. Il tecnico ha analizzato la sfida ai microfoni di Sky Sport. 

 RIAPERTA – Primo tempo rivedibile, ma alla lunga la Samp ha giocato quasi alla pari. Sfiorandolo nel finale. “In allenamento siamo spavaldi e mi aspettavo una partita del genere. Non mi aspettavo che ci saremmo intimiditi. Credo che li abbiamo aiutati. Siamo stati timidi e timorosi. Ho detto ai ragazzi di parlarsi e ascoltarsi in campo. Nel calcio moderno sono pochi quelli che parlano. Nel secondo tempo abbiamo mostrato carattere nel cercare di riprendere la partita. Una sconfitta che ci sta, non ci sta il primo tempo, ma il secondo sì. Ho visto che abbiamo spinto sino alla fine e potevamo creare dei problemi”. Lo spirito, al netto del lungo stop, è rimasto intatto: “Noi siamo partiti da ultimi in classifica. Non siamo preoccupati, sappiamo da dove veniamo, sappiamo che dobbiamo lottare”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy