Ranieri: “Salvo, ma campionato falsato. Resto? Non chiedo grandi campioni, ma una squadra che non soffrirà”

Ranieri: “Salvo, ma campionato falsato. Resto? Non chiedo grandi campioni, ma una squadra che non soffrirà”

Troppo Milan e troppo Ibra per la Sampdoria.

di Redazione Il Posticipo

Troppo Milan e troppo Ibra per la Sampdoria. Ranieri  incassa una sconfitta indolore in chiave salvezza e analizza la sfida di Marassi ai microfoni di Sky Sport. 

CALO – Samp in leggero calo, ma la salvezza era già confezionata. “Questa era la dodicesima partita. Noi siamo arrivati da Torino alle 4 del mattino, non posso chiedere di più a questi ragazzi. La qualità del Milan e cinque giorni di riposo hanno fatto tutta la differenza possibile. La mia idea era ricaricare le energie nervose, perché come aspetto fisico c’eravamo. Devo ringraziare i miei ragazzi, professionisti esemplari. Non avrei mai pensato di salvarmi con quattro giornate d’anticipo”.

FUTURO – Ranieri vuole capire che squadra avrà: “Io ho un altro anno di contratto, ma non devo per forza pretenderlo. Voglio vedere la squadra che avrò a disposizione. Il presidente mi ha garantito che costruirà una Sampdoria che non soffrirà. Mi aspetto una squadra giovane, interessante, con dei ragazzi che hanno un grande futuro, come nella storia della Samp. Ho parlato con i dirigenti e vediamo cosa si riesce a tirar fuori. Non chiedo grandi campioni, ma qualcosa per puntellare bene questa squadra”.

FALSATO – Resta da capire anche se ci sarà il derby. “Noi ci siamo salvati, ma è un campionato falsato, strano. Nel pre-covid Lecce e Genoa stavano andando a mille. Io sono contento perché noi ci siamo rimessi subito in riga, ma bisogna riconoscere che senza i tifosi non è calcio”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy