Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Ranieri: “Leicester una favola, Atalanta solida realtà e sarebbe un peccato vederla fuori dall’Europa”

Ranieri: “Leicester una favola, Atalanta solida realtà e sarebbe un peccato vederla fuori dall’Europa” - immagine 1

Il tecnico spinge la Dea a credere nell'impresa.

Redazione Il Posticipo

Ranieri, il Leicester e l'Atalanta. Nel tempo si sono sprecate la ricerca di analogie fra le foxes capaci di un miracolo sportivo in Inghilterra e la Dea definita più volte la versione italiana della squadra inglese. Claudio Ranieri, in una intervista rilasciata all'Eco di Bergamo, ha spinto la squadra di Gasperini a credere al piazzamento europeo.

REALTÁ - L'allenatore capace di vincere la Premier con il Leicester ritiene che fra i due club ci siano delle marcate differenze. "L'Atalanta come il mio Leicester? La nostra è stata una favola, Bergamo rappresenta una magnifica realtà. Sotto la guida di Gasperini si è imposta nel calcio nazionale italiano con grande personalità proponendo un gioco molto europeo che diverse concorrenti non sono state in grado di esibire. Il suo lavoro è stato sensazionale. E se restasse fuori dall'Europa sarebbe davvero un grande dispiacere. E comunque se su sei stagioni ad alti livelli caratterizzati da tre piazzamenti in Champions League arrivasse una stagione così e così non parlerei comunque in termini negativi".

Ranieri: “Leicester una favola, Atalanta solida realtà e sarebbe un peccato vederla fuori dall’Europa” - immagine 1

PROSPETTIVE - Resta da capire se il calo dell'Atalanta sia fisiologico o l'inizio della fine di un ciclo. Ranieri ritiene che anche con il cambio di proprietà la squadra conservi ancora ampi margini di crescita. "Se i Percassi hanno ceduto il club avranno sicuramente valutato ciò che era funzionale per la società per il presente e il futuro. Sono ancora al timone e ciò rappresenta un segno di continuità del lavoro svolto. La Dea  in questa stagione ha pagato l'assenza di un calciatore come Ilicic che dava alla squadra quel tocco di imprevedibilità. Quando sta bene, è impossibile fermarlo. Non è facile sostituirlo, un po' come Papu Gomez. Contro il Milan mi aspetto una grande partita perché entrambe giocheranno per vincere. Sarà fondamentale limitare il raggio di azione di Leao e Tonali ma la sfida è aperta anche perché l'Atalanta fuori casa è una corazzata e mi sembra anche in ripresa dal punto di vista fisico".