Ranieri la prende con filosofia: “Rigore episodio decisivo. L’arbitro l’ha dato, è giovane, crescerà”

La Sampdoria esce sconfitta dalla sfida con il Cagliari.

di Redazione Il Posticipo

La Sampdoria esce sconfitta in casa del Cagliari. La superiorità numerica, alla lunga, ha fatto la differenza. Ranieri analizza la sfida ai microfoni di Sky Sport. 

ROSSO – Partita condizionata dall’espulsione di Augello, ma anche in parità numerica, sebbene la sfida fosse equilibrata, la Sampdoria non ha mostrato il suo volto migliore. “L’espulsione è stata un episodio fondamentale con il rigore perché ha messo il Cagliari nelle condizioni ideali per giocare il suo calcio verticale e di palleggio. Abbiamo sbagliato due ripartenze anche in inferiorità numerica. In parità numerica ho visto un buon possesso di palla ma in inferiorità numerica è diventato tutto più difficile. I ragazzi però non si sono mai arresi. Non credo mai ai giocatori di solito, ma ho sentito dire da chi si scaldava che il guardalinee diceva “niente tutto ok”. Ha dato il rigore, ok, va bene, è giovane, si farà le ossa e migliorerà”.

EPISIODI – A Cagliari la Sampdoria ha poca fortuna. “Ho messo Candreva, ho inserito un’altra ala, diciamo che le cose non erano andate malissimo. Rivedendo l’espulsione posso dire che è sicuramente colpa di Augello, ma mi sembra chiaro che anche il portiere arrivi prima del loro attaccante. Comunque è un rosso che ci può stare, anche io avrei chiesto l’espulsione. Potevamo avere qualità in più, ma l’avremo al rientro di tutti. Fantasia ne avremo, ma dietro dobbiamo essere tutti allineati e coperti”

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy