Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Ranieri: “Irrati è il numero uno al VAR, meglio se torna dietro allo schermo. A noi comunque manca malizia”

GENOA, ITALY - NOVEMBER 26: Claudio Ranieri head coach of UC Sampdoria during the Coppa Italia match between UC Sampdoria and Genoa CFC at Stadio Luigi Ferraris on November 26, 2020 in Genoa, Italy. (Photo by Paolo Rattini/Getty Images)

La Sampdoria cade anche a Bologna.

Redazione Il Posticipo

Campionato nel segno della discontinuità. La Sampdoria cade anche a Bologna e conferma le sue difficoltà. I blucerchiati continuano a viaggiare a corrente alternata. La squadra nel primo tempo non ha demeritato. Poi, però, raggiunto il pari si è nuovamente lasciata sorprendere e poi, sfiorato il pareggio, nonostante una prestazione positiva, non é più riuscita a rientrare in partita. Il tecnico analizza la sfida ai microfoni di Sky Sport.

KO - Un altro Ko difficile da digerire per il tecnico blucerchiato. Si arrivano a vedere tante e tutte diverse  "Sampdorie" anche all'interno della stessa partita. E anche l'arbitraggio evidentemente non è andato giù al tecnico blucerchiato, arrabbiato sia con i suoi che con il direttore di gara.  "Ci manca un po' di malizia, siamo stati ingenui sui loro primi due gol. Non siamo capaci di fare a botte, ci manca quella cattiveria sportiva che ti porta al contrasto duro, senza far male ma per farsi sentire. Nel primo tempo avevamo la partita in mano. Sul 3-1 potevano fare il quarto in contropiede ma oggi non meritavamo di perdere. L'arbitro di oggi non mi è piaciuto per niente, è il numero uno alla Var,  forse è meglio se stia dietro al var. Quelli bravi lasciamoli in campo. Se ha scontentato anche Mihajlovic qualcosa c'è".

 BRESCIA, ITALY - AUGUST 01: Fabio Quagliarella of UC Sampdoria looks during the Serie A match between Brescia Calcio and UC Sampdoria at Stadio Mario Rigamonti on August 01, 2020 in Brescia, Italy. (Photo by Pier Marco Tacca/Getty Images)

FUTURO - Il futuro della Samp sembra ormai quello di vivacchiare fino alla fine del campionato. Esattamente ciò che Ranieri non voleva. E la squadra non vince da un mese. Un calo evidente. "Abbiamo perso una partita che oggi meritavamo di vincere. Non ci manca la fiducia, i ragazzi hanno spinto sino in fondo. Non mollano mai, lottano sempre, non protestano con l'arbitro perché a quello ci pensa io. Quagliarella non tradisce mai è un supercampione per come si allena e dirige i compagni. Veramente un capitano al di là della fascia che indossa".

Potresti esserti perso