Ranieri: “Il calcio senza tifosi brutto e senza senso. Futuro? Il presidente non vuole soffrire e io neanche…”

Ranieri: “Il calcio senza tifosi brutto e senza senso. Futuro? Il presidente non vuole soffrire e io neanche…”

Il tecnico blucerchiato compiuto il miracolo, pensa al futuro. E ribadisce la necessità di riaprire gli stadi.

di Redazione Il Posticipo

Ranieri, compiuto il miracolo, pensa al futuro. Ultimo match di campionato a Brescia. Il tecnico blucerchiato ha parlato al sito ufficiale della Sampdoria.

FALSATO – Ranieri insiste nel ribadire che il campionato che è stato falsato dallo stop. “Dopo la salvezza abbiamo raccolto tre sconfitte ma nell’ultima gara noi venivamo da due giorni di riposo. I nostri avversari ne hanno avuti cinque.  Io sono comunque molto soddisfatto, anche se non è stato facile. Ad ogni partita ci giocavamo la Serie A. Dovevamo ricaricare immediatamente le energie nervose, sia dopo un risultato negativo sia dopo uno positivo, e pensare alla successiva. Sono felice perché questa squadra mi ha sempre seguito in tutto e per tutto e  ha sempre lottato anche quando ha perso. Ho conosciuto dei ragazzi stupendi, apprezzato la tifoseria doriana, ma è stato un campionato stranissimo, falsato. Senza pubblico è veramente brutto. E lo ribadisco proprio perché ci siamo salvati e non ci servono scuse o alibi per giustificare la retrocessione”.

RIPARTENZA – Da settembre si spera possano tornare i tifosi. E Ranieri spera anche di vivere una stagione più serena. “Mi auguro che nel prossimo campionato ci possano essere i nostri tifosi e quelle di tutte le altre squadre. Altrimenti è un qualcosa senza senso”. Ultime battute legate alla programmazione della prossima stagione. “Ne ho parlato con Osti e Pecini. Vediamo quello che si può fare. Il presidente ha detto che non vuole più soffrire. Mi auguro che si possa non soffrire e si possa fare una buona campagna acquisti”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy