Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Ranieri: “Campionato strano. Meglio vincere e tenere le distanze da chi insegue”

GENOA, ITALY - NOVEMBER 26: Claudio Ranieri head coach of UC Sampdoria during the Coppa Italia match between UC Sampdoria and Genoa CFC at Stadio Luigi Ferraris on November 26, 2020 in Genoa, Italy. (Photo by Paolo Rattini/Getty Images)

La Samp chiamata a dare continuità.

Redazione Il Posticipo

Sampdoria - Cagliari, in termini di classifica, ha una grande valenza per i sardi. I blucerchiati però devono dare risposte al loro tecnico. Ranieri ha chiesto alla squadra... cosa voglia fare da grande e si attende una prova di maturità dalla squadra. Le sue parole sono riprese dal canale ufficiale del club.

CAGLIARI - Ranieri ha già lasciato il derby alle spalle e guarda già al futuro. "Con il Cagliari si conclude la serie delle tre partite importanti e difficili in una settimana. Ora vediamo quello che vogliamo fare da questo momento in poi. Sarà una partita difficile e combattuta, ma siamo pronti. La squadra sta bene, c'è stato qualche episodio di influenza, ci fa molto piacere che stiano tutti in salute. Saremo determinati e volitivi come sempre. I nostri avversari giocheranno un calcio rapido, e il Cagliari è in una posizione che non gli compete per la qualità degli uomini. Anche con Di Francesco avevano pareggiato o perso partite che avrebbero meritato di vincere. Ci aspetta una squadra ricaricata e con il dente avvelenato."

MATURITA' -  Il Cagliari non sarà un avversario semplice. "Ogni allenatore ha la sua filosofia. La partita dell'andata non fa testo. Mi aspetto una partita vibrante e voglio analizzare il percorso di questa Sampdoria. Ci siamo tirati fuori dai guai lo scorso anno, grazie ai tanti sacrifici compiuti durante il lockdown. In questa stagione siamo stati sempre lontano dalla zona retrocessione ma non mi basta voglio di più. Resta comunque un campionato particolare, non dico che sia stato falsato ma sicuramente è strano. Senza dubbio particolare.  Credo che sia necessario stare sempre sul chi vive perché proprio all'ultimo chi si sente tranquillo poi rischia di non trovare la forza, se si trova nella mischia, di levarsi fuori dai guai. Ecco perché il nostro obiettivo principale è cogliere i tre punti per tenere a debita distanza i nostri avversari".

Potresti esserti perso