Ranieri: “Buon punto, ma non mi piace come l’abbiamo conquistato”

La Sampdoria muove la classifica e si tiene lontana dai guai.

di Redazione Il Posticipo

La Sampdoria pareggia a Benevento una partita che ha rischiato a lungo di perdere ma che nel finale avrebbe persino potuto vincere. Punto agrodolce ma comunque utile per la classifica. I blucerchiati restano ben ancorati nella “comfort zone” tenendosi lontano dai guai. Ranieri analizza la sfida al termine del match ai microfoni di Sky Sport.

PUNTO – Un pareggio che tutto sommato è accettabile. “Ho fatto i complimenti a Inzaghi ho visto giocare la sua squadra. Lotta, è determinata e crede in ciò che fa. Il pareggio ci va bene, anche perché quando non si riesce a fare ciò che si vuole meglio non perdere. Abbiamo tenuto le redini della gara, siamo stati pericolosi senza soffrire più di tanto. Nel secondo tempo abbiamo spento la luce, poi abbiamo messo in campo intensità e determinazione e abbiamo trovato il pareggio Riassumendo, un buon punto ma non per come l’abbiamo conquistato. La squadra mi offre ampie possibilità e Damsgaard è un giocatore che possiamo sfruttare in più ruoli e sia dall’inizio che a partita in corso”.

PROSPETTIVE – La stagione continua a scivolare via serena. Difficile pensare a una Samp invischiata nella lotta per la permanenza. Lecito guardare alla parte alta della classifica. “Noi siamo in un momento in cui basta poco per precipitare ma anche per divertirsi. E io sono ambizioso e l’ho detto anche ai ragazzi, proviamo a fare più punti possibile e poi vediamo a che punto saremo. Non c’è niente di male a cercare di migliorarsi. Non capisco perché non proviamo a giocare da subito per vincere. Poi se si perde, l’importante è dare tutto. Oggi non l’abbiamo fatto e questo mi spiace. Quagliarella è resta un calciatore importantissimo ne ho sempre bisogno anche se a volte dovrà riposare”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy