Ranieri: “Bravissimi a restare sereni e concentrati”

La Sampdoria interrompe la marcia dell’Inter.

di Redazione Il Posticipo

L’Inter si ferma dopo otto vittorie consecutive per mano della Sampdoria di Claudio Ranieri che blocca la marcia dei nerazzurri. Una Sampdoria abile a sfruttare i momenti decisivi del match e coraggiosa nel riuscire a tenere il doppio vantaggio e capace di assorbire la forza d’urto del ritorno della squadra di Conte. Il tecnico blucerchiato analizza la sfida ai microfoni di Sky Sport.

VITTORIA – Una vittoria nata con il 4-4-1-1. “L’Inter è una grandissima squadra, l’assenza di Lukaku ci ha sicuramente avvantaggiato e il campo di Marassi era al limite della praticabilità. Le vittorie nasce dall’applicazione dei ragazzi e dalla capacità di soffrire. Siamo stati bravi a restare sereni e concentrati, concedendo pochissimi palloni giocabili a una squadra che ha sempre recuperato nei secondi tempi. Non mi sento di elogiare nessuno in particolare, farei dei torti al resto della squadra che ha giocato una partita di grande coraggio. Spero che Keita raggiunga la maturità calcistica, è un ragazzo d’oro”

MERCATO – Ha suscitato più di qualche sorpresa l’esclusione di Quagliarella. Ranieri precisa immediatamente che di scelta tecnica. “Stava per entrare, ma poi ho preferito altro perché serviva rincorrere. Erano saltati tutti gli schemi e occorreva soprattutto essere compatti. Non c’entra il mercato. Non capisco perché non si copra il campo. Si scivolava di continuo, eppure basterebbe mettere i teloni prima della partita. In un calcio così professionistico non mi spiego perché non si prenda in considerazione l’idea che a Genova piova molto spesso”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy