Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Rangnick fa a meno di CR7 in FA Cup: occhio, meglio avere il portoghese dalla propria parte…

MANCHESTER, ENGLAND - SEPTEMBER 11: Cristiano Ronaldo of Manchester United looks on during the Premier League match between Manchester United and Newcastle United at Old Trafford on September 11, 2021 in Manchester, England. (Photo by Clive Brunskill/Getty Images)

La storia insegna che è meglio non entrare in conflitto con il fuoriclasse portoghese.

Redazione Il Posticipo

Cristiano Ronaldo è tornato a Manchester che c'era Solskjaer e adesso si ritrova a lavorare con Rangnick. E i due, secondo quanto riportato dal Sun, non hanno iniziato benissimo la convivenza a tal punto che il fuoriclasse portoghese sta meditando un clamoroso addio allo United, non all'altezza delle aspettative. L'esclusione nella sfida con l'Aston Villa, per un problema muscolare"  Ho parlato con Cristiano prima dell'allenamento di ieri e mi ha detto che ha avuto un piccolo problema. Dunque abbiamo deciso di non correre rischi. Meglio risparmiarlo in una partita che potrebbe durare 120 minuti".

RAPPORTO - Inevitabile che vi siano speculazioni, anche di mercato, intoro a questa scelta. Uno degli obiettivi principali del tedesco è quello di mantenere il miglior rapporto possibile con il portoghese, stella indiscussa della squadra sia dal punto di vista del campo che del carisma. Del resto la storia insegna: chi non ha trovato feeling con il cinque volte Pallone d'Oro ha avuto vita breve in panchina. Per informazioni, in Italia, chiedere a Sarri. All'estero, a Benitez.

BENITEZ - Rangnick è chiarissimo. Ci sono modelli da seguire e comportamenti da evitare. E anche il  portoghese deve familiarizzare con la possibilità di andare panchina, situazione che negli anni ha sempre dimostrato di soffrire abbastanza. E in ogni caso è meglio evitare di far arrabbiare Ronaldo con richieste particolari. Come quella, raccontata da ElPais qualche anno fa, di studiare i suoi marcatori. Il giornale spagnolo, spiegando i motivi degli scontri tra il tecnico e il suo numero 7, nomina...una chiavetta USB.

CHIAVETTA -  L'allenatore aveva fatto inserire immagini e video dei difensori che il portoghese avrebbe dovuto studiare. Un vero e proprio affronto per il campione di Madeira. Che, spiegano dalla Spagna, non solo ha rifiutato il "regalo" gentilmente inviato da Rafa, ma ha anche mandato un messaggio, che chissà se è mai stato riportato al tecnico: "Dite a Benitez che mando io a lui una pennetta USB con tutti i miei gol, così se li studia". Rottura. Finale della storia? Tecnico spagnolo esonerato dopo pochi mesi di permanenza. Morale della favola? Uno così, meglio averlo dalla propria parte dentro e fuori dal campo.