Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Rangnick: “Allenare questa squadra non è facile ci aspetta tanto lavoro. Primi quattro? Non offro garanzie”

(Photo by Reinaldo Coddou H./Bongarts/Getty Images)

Il tecnico tedesco analizza la sfida contro i wolves e le prospettive della squadra.

Redazione Il Posticipo

Allenare il Manchester United non è un compito facile, c'è tanto lavoro da fare". Pensieri e parole di Ralf Rangnick al termine della sfida contro il Wolverhampton che ha lasciato in eredità la prima sconfitta della sua gestione. Prima o poi il Ko doveva arrivate. Il tecnico lo assorbe analizzando la prestazione con lucidità. Le sue dichiarazioni sono riprese dalla BBC.

MIGLIORI - Risultato sorprendente ma i "lupi" non hanno raccolto oltre gli effettivi meriti. Rangnick riconosce la bontà della proposta di gioco ospite. "Nel primo tempo abbiamo avuto grossi problemi a tenerli lontani dalla nostra area di rigore. Nel secondo  siamo passati a una difesa a tre e la squadra ha controllato un po' meglio la partita ma il gol di Moutinho è arrivato senza che nessuno facesse pressione su di lui. Siamo molto dispiaciuti per il risultato e per alcune parti della nostra prestazione. Hanno meritato di vincere, sono la squadra migliore che abbiamo incontrato sinora. Ci hanno creato più grattacapi in 90' che in tutte le precedenti partite giocate".

PROBLEMI - Lo United riscopre problemi atavici. Fatica a mantenere la porta inviolata. E segna ancora poco. "Ho riscontrato le stesse lacune che avevo individuato tre o quattro settimane fa prima del mio arrivo. Non è un lavoro facile sviluppare un DNA che permetta di essere efficaci con e senza palla. La partita di oggi ha mostrato che ci sono ancora alcuni passi da fare. Tuttavia non ritengo affatto giusto parlare delle prestazioni individuali dei giocatori. È un problema di tutta la squadra".

PROSPETTIVE - Anche in questa stagione, nonostante i massicci investimenti sul mercato nella scorsa estate, lo United è già fuori dalla lotta per il titolo. Rangnick analizza le prospettive della squadra. "Finora la squadra aveva messo insieme 10 punti su 12. In questo momento non mi sento di fornire alcuna garanzia. Osservando la prestazione di oggi se dico che siamo convinti al 100% di chiudere il campionato fra le prime quattro qualcuno potrebbe non crederci. A mio avviso, meglio ragionare su piccoli step da compiere.  Sapevo che sarebbe stato difficile, ma la partita di oggi ha mostrato che abbiamo ancora molta strada da fare".