Sergio Ramos, gol numero 100 con il Real: “Preferisco vincere. Oggi era questione di vita o di morte”

Il Real vince una partita che ha rischiato di perdere dopo esserne stata in controllo.

di Redazione Il Posticipo

Il Real vince una partita che ha rischiato di perdere dopo esserne stata in controllo. I blancos subiscono la rimonta dell’Inter, che sfiora anche il terzo gol, prima di trovare con una invenzione di Rodrygo, il gol che vale tre punti pesantissimi in ottica qualificazione. Fra i protagonisti del march, Sergio Ramos Il capitano del Real ha analizzato la sfida i microfoni di Movistar.

FONDAMENTALE – Una vittoria fondamentale per restare a galla nel girone. “Sapevamo che sarebbe stata una partita molto difficile. Conoscevamo il loro modo di giocare, ma alla fine abbiamo vinto ed è l’unica cosa che conta. Dopo il fischio finale abbiamo provato gioia ma anche sollievo, perché quest0 3-2 fuga tutti i dubbi generati da qualche risultato sotto le aspettative. Eravamo consapevoli che oggi ci saremmo giocati una finale. Era una questione di vita o di morte”.

RIMONTATI – Secondo tempo del Real rivedibile. Dopo il 2-o sembrava chiusa. Invece i blancos l’hanno riaperta. “Quando la partita si è messa in parità, abbiamo capito che dovevamo comunque continuare a giocare e andare oltre ai nostri limiti. Purtroppo abbiamo concesso qualcosa di troppo e in Champions non te lo puoi permettere. Dobbiamo continuare a migliorare, lavorando soprattutto sulla fase difensiva, per ritrovare solidità”. In attacco, del resto, ci pensa anche lui. Sono 100, i gol segnati con la maglia del Real: “Un traguardi niente male, direi. Bello che si raggiungano certi livelli, specie per un difensore centrale, ma credo che sia sempre molto meglio vincere”

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy