Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Ramos e Messi amiconi a Parigi. Sergio gli ha persino offerto casa…

(Photo by Alex Caparros/Getty Images)

Ramos ha accolto la stella argentina

Redazione Il Posticipo

Sergio Ramos e messi nella stessa squadra. Impensabile sino a qualche mese fa. Gli ex capitani di Real Madrid e Barcellona si sono ritrovati al PSG dopo aver lasciato le rispettive grandi di Spagna. E Ramos ha voluto fare gli onori di casa accogliendo la stella argentina su Instagram: "Chi ce lo avrebbe detto, vero Leo? Benvenuto!"

INSIEME - Nell'immagine che accompagna la pubblicazione, le maglie di entrambi i calciatori. L'arrivo di Leo Messi al PSG ha scatenato i tifosi del PSG che hanno preso d'assalto la "30" di Mesi introvabile egli store e anche nei canali ufficiali di vendita dei club.  È un fenomeno senza precedenti, che trasforma anche una semplice foto in una notizia.

La reazione di Sergio Ramos non è tuttavia inaspettata. Anzi... stupisce chi si stupisce. al netto della ovvia rivalità, a volte sfociata anche oltre le righe, il difensore andaluso non ha mai nascosto la stima verso Messi. Ovviamente, la situazione era quella che era. Quasi impossibile mostrarsi amici se si indossano magie come quelle di Real e Barcellona.

CASA - A Parigi sarà tutto diverso. A tal punto che Ramos si è anche offerto di prestargli casa, sino a che Messi non avrebbe trovato una sistemazione. "Se tu e la tua famiglia preferite stare in una casa piuttosto che in un hotel, potete utilizzare la mia casa". Insomma, le scintille del Clasico sono alle spalle. E oltre alla chiamata di Ramos, è arrivata anche quella di Pochettino che gli ha subito spiegato le dinamiche che lo attendono. Anche Leonardo ha spiegato a Messi che  può essere assolutamente sereno. "Oltre ai suoi amici, ci sono anche Keylor, Ander Herrera… È uno spogliatoio in cui si parla spagnolo. Se se ne parlava già ai tempi di Tuchel, figuriamoci visto che Pochettino è qui", ha spiegato un dipendente del PSG. Anche la pressione sarà diversa. “A Parigi sono importanti, nell'ordine, formaggi, arte, cultura e rugby. E solo dopo c'è il calcio. Se qui perdi tre partite  nessuno ti fermerà per strada per insultarti. Tu e la tua famiglia vi adatterete senza problemi", ha spiegato a Messi Leonardo, il direttore sportivo.