Ramos: “CR7? Si vince anche senza. Klopp? Non è la prima finale che perde…”

Sergio Ramos, in conferenza stampa, non perde la consueta personalità: parla di Ronaldo, Klopp e Courtois e non le manda certo a dire…

di Redazione Il Posticipo

Sergio Ramos non è un tipo che le manda a dire: né a Ronaldo, né a Klopp. In conferenza stampa, prima del derby che vale la Supecoppa Europea, il capitano del Real Madrid mette in chiaro le cose: difende il Real, considera CR7 un grande giocatore ma inferiore alla storia dei galacticos. Ironizza su Klopp e tutela Courtois.

RONALDO –Il Real Madrid si gioca un trofeo “figlio” della Champions senza CR7. Ramos non fa una piega: “Io qui al Real mi sono sempre sentito in una famiglia. La chiave del nostro successo è nell’essere un gruppo unito. Senza Ronaldo? Perdiamo un giocatore che sposta equilibri e di grande importanza, ma non è certo per questo motivo che smetteremo di vincere. Il Club, il Real Madrid viene prima di tutti i calciatori, anche di quelli più rappresentativi. La mentalità è più importante delle individualità”.

KLOPP – A proposito di Champions, si torna ancora una volta sull’argomento Klopp sul famoso contatto con Salah. Anche in questo caso Ramos entra in tackle: “Non mi va di ritornare molto sull’argomento. Ho già dato il mio parere e lo ripeto ancora una volta . Sta cercando una giustificazione per aver perso la finale. Non è la prima volta che succede, né la prima che perde. Comunque non me ne curo molto. Fra l’altro l’ho anche votato come uno dei migliori allenatori quindi può tornare ad essere tranquillo”.

COURTOIS – Infine una chiusura su Courtois: un taglio netto alle polemiche. “Noi non giudichiamo il passato di nessun giocatore e cerchiamo sempre di fare in modo che chiunque arrivi possa ambientarsi al meglio. Courtois ha un passato all’Atletico? Chiunque arrivi a migliorare la rosa è il benvenuto”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy