Crisi Real, Ramos ci mette la faccia: “Cambiare allenatore è follia. E anche con Cristiano a volte non segnavamo”

Altra sconfitta del Real Madrid, stavolta arrivata all’ultimo minuto. E cominciano i primi processi, non solo a Lopetegui. A metterci la faccia è il Gran Capitan. Sergio Ramos risponde alle domande e difende squadra e allenatore.

di Redazione Il Posticipo

Altra sconfitta del Real Madrid, stavolta arrivata all’ultimo minuto, a differenza di quella con il CSKA, maturata nei primi attimi. E adesso la crisi è complicata da smentire, perchè nelle ultime quattro partite non solo i Blancos hanno ottenuto solo un punto, con il pareggio contro i cugini dell’Atletico, ma non hanno neanche mai visto la porta. L’ultima rete resta quella di Asensio che ha permesso a Lopetegui di avere la meglio sull’Espanyol. Poi il buio. E cominciano i primi processi, non solo al tecnico. A metterci la faccia è però il Gran Capitan. Sergio Ramos risponde alle domande e difende squadra e allenatore.

FOLLIA – “Cambiare allenatore? Sono altri quelli che prendono le decisioni, ma non so cosa potrebbe fare di positivo un cambio di tecnico. Sarebbe una follia“. Ramos…non vuole perdere di nuovo Lopetegui, dopo averlo visto andare via dalla guida della nazionale spagnola appena prima del mondiale di Russia. “A volte serve a qualcosa e altre no, ma comunque non è una cosa che dipende dai calciatori“. Calciatori che non sono certamente felici della situazione. Di fronda, Ramos non vuole sentire neanche parlare. “Chi dà il Real Madrid per morto ha capito davvero male. Ci vuole pazienza. E noi siamo i primi a essere arrabbiati“.

GOL – Ma, al di là di tutto, resta il problema del gol, che è evidente. Sarà mica colpa della cessione di Cristiano Ronaldo, uno che di reti ne ha sempre fatte in abbondanza? Non secondo Sergio Ramos. “Ora che non c’è più si parla tanto di Cristiano Ronaldo, ma anche quando c’era lui ci sono stati momenti in cui abbiamo avuto problemi a segnare. Il gol tornerà“. Sarà, ma dopo un inizio scoppiettante, Benzema si è spento e anche i suoi colleghi sembrano abbastanza in crisi nel trovare la porta avversaria. E la crisi fa parlare… “I risultati fanno scalpore, soprattutto quando si perde. Ma la squadra ha la voglia e l’ambizione di vincere. È il nostro DNA“. Che però senza il catalizzatore Ronaldo sembra avere problemi…a produrre gol.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy