Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Quelli che… non perdonano: una parte di San Siro fischia anche Donnarumma dopo Bonucci

FLORENCE, ITALY - SEPTEMBER 02:  Gianluigi Donnarumma of Italy  in action during the 2022 FIFA World Cup Qualifier match between Italy and Bulgaria at Artemio Franchi on September 02, 2021 in Florence, . (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Ancora una volta una porzione di San Siro non aiuta né perdona un ex rossonero. Quanto accaduto a Donnarumma ricorda da molto vicino il precedente del novembre del 2018 con Bonucci. E anche in quel caso si giocava la Nations League. Era il 17...

Redazione Il Posticipo

Ancora una volta una porzione di San Siro non aiuta né perdona un ex rossonero. Quanto accaduto a Donnarumma ricorda da molto vicino il precedente del novembre del 2018 con Bonucci. E anche in quel caso si giocava la Nations League. Era il 17 novembre e la nazionale di Mancini, ancora in embrione, non andò oltre il pareggio contro il Portogallo che sancì l'uscita dalla competizione con un turno di anticipo.

PRECEDENTE -  Nella linea difensiva, anche allora, c'era Bonucci che, come Donnarumma, viene preso di mira da una porzione di pubblico di fede evidentemente rossonera e poco disposta, allora come oggi, a perdonare. Anche il difensore si era lasciato piuttosto male con il Milan. Una esperienza durata solo una stagione, peraltro non indimenticabile, dopo l'addio alla Juventus. Bonucci è stato il fiore all'occhiello della campagna acquisti del 2017/2018 del Milan che punta dritto allo scudetto. L'arrivo del centrale bianconero, "fuggito" dalla Juventus in modo alquanto burrascoso, sembrava presagire un annata di soddisfazioni. Quel Milan fallirà la Champions e Bonucci tornerà a Torino a vestire la maglia della Juventus.

FISCHI - Quanto basta e avanza per essere malvisto da alcuni tifosi che per l'intera durata del match contro i portoghesi punzecchiano il centrale azzurro ogni qualvolta entra in possesso di palla. Il risultato finale di quella partita è di 0-0, in una partita in cui gli azzurri non riescono a trovare la via della rete. Per certi versi un remake di quanto vissuto nello stesso stadio un anno prima. Bonucci non la prende comunque benissimo. E a fine partita si lascia andare ad un comento tranchant in conferenza stampa, quando alla domanda sui fischi risponde con un "La mamma degli imbecilli è sempre incinta". Dopo l'Europeo, la stessa sorte è toccata a Donnarumma, che non è stato risparmiato nonostante le prodezze che hanno regalato il titolo alla nazionale. San Siro che comunque non porta decisamente bene anche a Bonucci che festeggiava le 112 presenze in nazionale come Zoff. La sua partita è durata meno di un tempo complice il rosso rimediato per doppia ammonizione. Ed è anche "primatista" di una classifica poco piacevole. Raggiunge Causio, De Rossi e Antognoni