Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Quella volta che Sir Alex si è messo in campo…e si è fatto espellere: “Ok, ora entro io, quel tizio lì…”

(Photo by Clive Brunskill/Getty Images)

Il tecnico scozzese è celebre per i trofei vinti e per un temperamento mica da ridere, esemplificato dal celebre...asciugacapelli. E chissà se negli anni Settanta, quando era da poco allenatore, avrà sentito la necessità...di farlo a se stesso

Francesco Cavallini

Quasi ottant'anni e in fondo non sentirli neanche troppo. Sir Alex Ferguson non è stato benissimo negli ultimi tempi, ma neanche l'emorragia cerebrale che per qualche mese ha fatto temere per la sua salute è riuscita a togliere allo scozzese quella tempra che ha dimostrato nei decenni da allenatore del Manchester United. Il tecnico, che raggiungerà la cifra tonda il 31 dicembre, è celebre per i trofei vinti (più di chiunque altro nel calcio inglese) e per un temperamento mica da ridere, esemplificato dal celebre...asciugacapelli. Ovvero avvicinarsi a un calciatore e urlare talmente forte a distanza ridotta da poter servire anche come accessorio da bagno. Nel corso degli anni, praticamente chiunque se n'è beccato almeno uno. Ma forse, Sir Alex l'ha fatto anche a se stesso.

CARAIBI - Ferguson non era un allenatore che prendeva troppo bene comportamenti sbagliati dei suoi calciatori, ma non è che si può dire che abbia mai guidato...con l'esempio. Lo scozzese ha ammesso più volte che quando era in campo era rissoso e che fuori non era esattamente un modello per i più giovani. Poi, quando è diventato allenatore si è calmato...O quasi, come testimonia una storia, riportata da FourFourTwo che riguarda i tempi in cui Fergie era appena diventato tecnico del St. Mirren. La squadra scozzese era in tournée nei Caraibi e in una partita un difensore stava riservando un po' troppe attenzioni a uno dei giovani calciatori di Sir Alex. Che a quel punto decide...di entrare in campo.

"ORA ENTRO IO" - Del resto, Ferguson si era ritirato da poco, dunque cosa c'è di male in una piccola sgambata? Peccato che il tecnico abbia le idee molto chiare: "Ok, ora entro io. Quel tizio lì si sta prendendo troppe libertà". Detto, fatto, al primo pallone che si avvicina all'avversario in questione, Sir Alex...si vendica con un fallaccio. Ma non basta. Poco dopo, il pallone passa ancora da quelle parti e Ferguson concede il bis, costringendo l'arbitro...ad espellerlo. Evidentemente, a fine match, l'allenatore si è sentito abbastanza in colpa, visto che ha chiesto ai suoi calciatori di non rivelare a nessuno quanto avvenuto. E in effetti, tra le tante storie su Ferguson, questa è una delle meno conosciute. Ma la curiosità rimane: davanti allo specchio, si sarà...asciugato i capelli da solo?