Quattro mesi di Ibra? Pioggia di petroldollari per Zlatan…e Robben!

Non solo Milan. Ci sarebbe un’offerta multimilionaria per vedere lo svedese all’opera…in Asia .Più precisamente in Arabia Saudita, all’Al-Ittihad. E il colosso di Malmö non sarebbe l’unico obiettivo del club…

di Redazione Il Posticipo

“Milan? Mi cerca tutto il mondo…”. E considerando che attorno a Ibrahimovic girano squadre da…quattro continenti su cinque, forse è il caso di crederci. Lo svedese è attualmente un calciatore dei Los Angeles Galaxy, squadra della MLS. Il contratto con il club californiano scade a fine 2019, ma come da costume (ricordando il caso Beckham) i calciatori possono accordarsi per i quattro mesi di “off season” e poi tornare tra USA e Canada all’inizio della stagione successiva. E considerando che il riposo per Ibrahimovic è… uno spreco di tempo, normale che molti lo cerchino. Il Milan, come ha confermato Leonardo. Ma le offerte non arrivano solo dall’Europa.

AL-SHEIK – Sport.es riporta infatti che ci sarebbe un’offerta multimilionaria per vedere lo svedese all’opera…in Asia. Più precisamente in Arabia Saudita, all’Al-Ittihad. Il club è molto vicino al ministro dello sport dell’Arabia Saudita,  Turki Al-Sheikh. Non un nome nuovo per quel che riguarda Ibrahimovic, dato che Al-Sheikh è anche proprietario dei Pyramids FC, club che gioca nella Premier League Egiziana. Esattamente il club che qualche tempo fa aveva fatto sapere di essere interessato a portare il colosso di Malmö in Africa. Ma perchè Al-Sheikh dovrebbe aver cambiato idea e…progetto di campionato per Ibra? Questione di affari, da quel che sostiene la testata spagnola.

IBRA E ROBBEN – Il ministro Saudita ha infatti annunciato che a causa delle relazioni tese con la società egiziana, smetterà di investire nel club. Anzi, ha deciso di cederlo. “Ho deciso di cominciare il processo di cessione del Pyramids FC, non voglio neanche parlarne perchè sono molto arrabbiato per quel che mi è successo in Egitto. Solo dio mi giudicherà“. Solite scene tra presidenza e club, che si vedono in tutto il mondo, ma se il disimpegno dal calcio egiziano sarà concreto, ci saranno parecchi fondi nelle casse di Al-Sheikh, che si potrebbero girare all’Al-Ittihad. Abbastanza per fare a Ibra un’offerta che non si può rifiutare e, riporta Sport.es, anche di tentare di convincere Robben. Nella speranza di tirare su il morale di una squadra dal grande palmares, ma al momento molto indietro in campionato. E quattro mesi di Ibra possono cambiare molte cose…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy