Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Quando la fascia…è cultura: il capitano dell’Huesca disegna e regala capolavori

Jorge Pulido, capitano dell'Huesca, ogni trasferta...disegna un capolavoro. A ogni partita che l'Huesca gioca lontano dalle mura amiche, indossa una fascia pensata per l'occasione e che in qualche maniera rappresenta la città in cui gli aragonesi...

Redazione Il Posticipo

Il problema della fascia da capitano in Italia ha tenuto banco per buona parte della scorsa stagione. Quando si è deciso che sarebbe stata "unificata", con una tipologia unica per tutte le squadre, ci sono state parecchie polemiche. Si è lamentato il Papu Gomez, che ne faceva una diversa a ogni partita. Lo ha fatto anche la Fiorentina, che ha ricevuto una dispensa per poter continuare ad onorare la memoria di Davide Astori. E, in generale, molti hanno sottolineato un fatto: quella decisione ha ucciso la fantasia e l'originalità. Non potrebbe essere più d'accordo Jorge Pulido, capitano dell'Huesca. Che ogni trasferta...disegna un capolavoro.

FASCIA - A notarlo è stata la giornalista svedese Alexandra Jonson, che si occupa di calcio spagnolo. E che sul suo profilo twitter ha spiegato che il difensore cresciuto nel vivaio dell'Atletico Madrid ha trovato un ottimo modo per...far studiare la storia e la cultura della Spagna ai suoi compagni e anche a parecchi tifosi. A ogni partita che l'Huesca gioca lontano dalle mura amiche, il capitano indossa una fascia disegnata per l'occasione e che in qualche maniera rappresenta, attraverso una citazione storica o artistica, la città in cui gli aragonesi si trovano a giocare. E poi, a fine match, l'opera d'arte viene regalata al capitano della squadra avversaria.

21 REGALI - Considerando che le squadre di Segunda Division sono 22, per Pulido ci sono 21 fasce da immaginare. E a ogni avversario corrisponde un dettaglio più o meno ovvio. Contro il Las Palmas la fascia era verde con dettagli rossi, come il cactus che è la pianta ufficiale delle Canarie. Per Lugo la scelta è caduta sulle mura romane, che sono state dichiarate patrimonio dell'UNESCO nel 2000. Alcorcón, che è famosa per le porcellane, viene rappresentata da un vaso, presente anche sullo stemma cittadino. Malaga, città delle acciughe, ha ricevuto una fascia a squame di pesce e così via. Insomma, un modo decisamente originale da parte di Pulido di ringraziare gli avversari dell'ospitalità. E anche di sottolineare la storia e la cultura di un paese dalle mille sfaccettature come la Spagna.