calcio

Quando i campioni non muoiono mai: Astori e le altre maglie ritirate in Italia e in Europa

Da quando Davide Astori se n’è andato, il numero 13 non è stato assegnato. E purtroppo non sono rari i casi in cui il destino decide che un numero non debba più essere assegnato…

Redazione Il Posticipo

BUDAPEST - OCTOBER 11:  Portrait of Miklos Feher of Hungary taken before the UEFA European Championships 2004 Group Four Qualifying match between Hungary and Poland held on October 11, 2003 at the Ferenc Puskas Stadium, in Budapest, Hungary. Poland won the match 2-1. (Photo by Sean Gallup/Getty Images)
 BERGAMO, ITALY - MARCH 03: People and players pay a tribute to Davide Astori, a football player of ACF Fiorentina found dead one year ago, during the Serie A match between Atalanta BC and ACF Fiorentina at Stadio Atleti Azzurri d'Italia on March 3, 2019 in Bergamo, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

DA13. Lettere e numeri che nessuno può dimenticare, nè a Firenze nè altrove. Momenti di viva emozione quando le sue due ex squadre, la viola e la Roma, si fermano per omaggiarne il ricordo. Da quando due anni fa Davide Astori se n'è andato, lasciando un vuoto incolmabile nel calcio italiano, con lui se ne sono andati anche i numeri 13 della Fiorentina e del Cagliari. I due club hanno deciso che il difensore sarà l'ultimo a indossare quella maglia, che rimarrà a simbolo di un calciatore amato da tutti e che in un triste giorno di marzo ha fatto piangere l'Italia. E purtroppo non sono rari i casi in cui il destino decide che un numero non debba più essere assegnato...

Potresti esserti perso