Qatar, la federazione multa Xavi: lo spagnolo non ha rispettato i protocolli dopo la positività al Covid-19

Il Barcellona resta un sogno, quindi il presente di Xavi, si chiama Al-Sadd. Ma anche, come per molte persone in giro per il mondo, coronavirus. Lo spagnolo ha dichiarato di essere positivo al virus e, ora che è tornato al lavoro, si becca anche una multa: 2300 euro, non molto per le sue finanze, ma intanto…è un segnale!

di Redazione Il Posticipo

Il Barcellona resta un sogno, certamente realizzabile in futuro ma al momento non molto vicino. E quindi il presente di Xavi, campione…di tutto con la maglia blaugrana e con quella della nazionale spagnola, si chiama Al-Sadd. Ma anche, come per molte persone in giro per il mondo, coronavirus. Due settimane fa il tecnico ha dichiarato attraverso i social di essere risultato positivo al Covid-19, anche se in maniera asintomatica. “Fortunatamente, mi sento bene, ma sarò messo in quarantena fino a quando tutto tornerà alla normalità. Quando i servizi sanitari lo permetteranno, sarò molto felice di tornare alla mia vita quotidiana e al lavoro”.

MULTA – E ora che il tutto è avvenuto, il suo portafogli è un minimo più leggero. Non troppo, perchè 2300 euro chi in carriera ha giocato per oltre un decennio al Barcellona non avrà certo problemi a sborsare una cifra del genere. Ma neanche…l’essere Xavi ha salvato il catalano dal ricevere una multa. Come spiega Marca, la federazione del Qatar ha deciso di comminare una sanzione sia al tecnico dell’Al-Sadd che ad altri allenatori e calciatori per non aver rispettato i protocolli imposti per far fronte all’emergenza mondiale. Visti gli stipendi che girano nei campionati del Golfo Persico, più un buffetto che una pena, ma intanto è un segnale.

ALTRI – La federazione, racconta il quotidiano spagnolo, non ha spiegato per filo e per segno come ognuno dei multati non abbia rispettato le norme di sicurezza, ma ha rilasciato un comunicato abbastanza generico: “non hanno seguito i protocolli, inclusa la quarantena domiciliare in caso di positività”. Nel frattempo, però, è stata fatta una bella lista. Che coinvolge anche due calciatori della squadra di Xavi, ma non solo. Un altro volto abbastanza noto del calcio europeo, anche lui ex del Barça, finisce tra chi dovrà aprire il portafogli. Marc Muniesa, che al momento è un calciatore del Al-Arabi, è tra i colpevoli. Insomma, vista anche la situazione in patria, al momento il rapporto dei catalani con il covid-19 è abbastanza…complicato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy