Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Qatar 2022, un mondiale senza “Jimmy Jump” scappato dalla Spagna in Germania per sfuggire ai debiti

Qatar 2022, un mondiale senza “Jimmy Jump” scappato dalla Spagna in Germania per sfuggire ai debiti - immagine 1
Questo agente immobiliare, diventato noto per le sue continue irruzioni in occasione di grandi eventi sportivi, vive in Germania dopo essere fuggito dal nostro Paese a causa delle continue sanzioni economiche che superano i 100.000 euro.

Redazione Il Posticipo

Jaume Marquet i Cot , meglio conosciuto come "Jimmy Jump", vedrà Germania - Spagna in televisione e molto lontano dal Qatar. Una buona notizia per gli agenti della sicurezza. Il catalano, infatti, è... Campione del Mondo nell'eludere la sicurezza nei grandi eventi sportivi di massa e di ergersi a protagonista facendosene beffe. Curioso anche che questo agente immobiliare, divenuto famoso per le sue invasioni di campo, sia stato allontanato dalla Catalogna e... viva proprio in Germania.

CARRIERA

—  

La vita di questo agente immobiliare di Sabadell è cambiata completamente grazie alla rilevanza pubblica che ha raccolto per le sue continue apparizioni in grandi spettacoli. Il suo modus operandi era noto: entrava di nascosto, senza biglietto, nascondendosi poi fra i tifosi e riusciva a entrare in campo poco prima del fischio fonale. La sua "carriera" inizia nel 2002, in... casa. Si è intrufolato al Camp Nou per festeggiare i dieci anni dalla prima Champions League vinta dal Barça. Una delle sue prime apparizioni risale alla finale di Euro 2004 quando ha superato in astuzia gli addetti alla sicurezza per lanciare finalmente una bandiera del Barça in faccia a Luis Figo a mo' di sfida dopo il suo trasferimento al Real Madrid. La regina delle comparsate, però,  fu nella finale dei Mondiali in Sudafrica dove stava per toccare la Coppa del Mondo ma ma la security del Soccer City lo intercettò in modo poco ortodosso.

POLIEDRICO

—  

Non solo calcio, comunque. Jimmy Jump si è fatto notare nel Gran Premio di Formula 1 a Montmeló , dove ha potuto attraversare il paddock del circuito prima di correre su e giù per la posta e per l'intrusione a Eurovision 2010, quando ha ha promosso il proprio sito fingendo di essere uno dei membri della coreografia. Poi si è dato alla politica, raccogliendo pochissimi consensi, quindi ha deciso di scappare dalla Spagna per i problemi finanziari legate alle multe che, accumulandosi, erano arrivare a superare i 100.000 euro. Infine ha "riparato" a Berlino fino alla scadenza delle sanzioni  imposte dalle pubbliche amministrazioni, ma la capitale tedesca gli è piaciuta. E non è escluso che una volta smaltito il carico di... cartelle, potrebbe tornare a scorrazzare.