Pyatov, l’eroe per caso che può salvare l’Atalanta: il portiere dello Shakhtar… conquista un rigore decisivo

Pyatov, l’eroe per caso che può salvare l’Atalanta: il portiere dello Shakhtar… conquista un rigore decisivo

Quando il portiere dello Shakhtar Donetsk si è avventurato nei sedici metri della Dinamo Zagabria, di certo sperava di contribuire al pareggio della sua squadra. Ma sicuramente non immaginava che sarebbe arrivato su calcio di rigore per un fallo…su di lui.

di Redazione Il Posticipo

Un portiere nell’area di rigore avversaria. Non una vista comune, ma succede, soprattutto in partite in cui c’è da recuperare un risultato e ben poco da difendere. Così come succede che, di tanto in tanto, l’estremo difensore si trasformi in goleador e decida di risolvere una partita segnando una rete, invece di evitarne. Forse uno su mille ci riesce. Ma si può, incredibilmente, fare ancora meglio. Quando Pyatov, portiere dello Shakhtar Donetsk, si è avventurato nei sedici metri della Dinamo Zagabria, di certo sperava di contribuire al pareggio della sua squadra. Ma sicuramente non immaginava che sarebbe arrivato su calcio di rigore per un fallo…su di lui.

RIGORE – E invece è andata proprio così, perchè lo Shakhtar riacciuffa la Dinamo dagli undici metri e a conquistare il penalty è Pyatov. Che prima prende posizione in area e poi…prende una gomitata in faccia da Kevin Theophile-Catherine. Al VAR vanno a rivedersi l’azione e alla fine l’arbitro decide per la massima punizione, che Tete realizza. E di conseguenza la pessima prestazione di Pyatov tra i suoi pali, con tre reti subite e più di qualche incertezza, viene subito dimenticata. Anche perchè l’ucraino può raccontare una storia più unica che rara. Da quando esiste SofaScore, il sito che raccoglie statistiche su decine di migliaia di partite in tutto il mondo, è il primo portiere a cui viene concesso un rigore a favore.

ATALANTA – Eroe per caso, dunque. E non solo per lo Shakhtar, che riprende per i capelli la partita ed evita che la Dinamo scappi via in classifica. Il miracolo di Pyatov vale doppio, perchè permette anche all’Atalanta di sperare ancora nella qualificazione. Dando per scontato che il City non perda nè con gli ucraini nè con i croati, la Dea, vincendo entrambe le partite contro le avversarie rimanenti, passerebbe agli ottavi. Se il portiere dello Shakhtar non ci avesse messo…la faccia, al massimo la squadra di Gasp avrebbe potuto raggiungere la Dinamo a 7 punti, ma avrebbe dovuto vincere 6-0 lo scontro diretto per qualificarsi e sperare comunque in una vittoria del City contro i croati. E invece a dare speranza ci ha pensato Pyatov. Con una passeggiata in area avversaria che può entrare nella storia. Dello Shakhtar…e dell’Atalanta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy