Pulisic, tripletta da record: per gli USA e per il Chelsea…

Pulisic, tripletta da record: per gli USA e per il Chelsea…

Pulisic inizia la propria stagione personale da…marcatore con una tripletta. L’americano, adesso, è pronto a raccogliere la pesante eredità lasciata da Hazard.

di Redazione Il Posticipo

Christian Pulisic c’è: e dà il via alla propria stagione come…marcatore. L’americano ex Borussia Dortmund dà un calcio alle critiche e ai dubbi, risponde presente alla possibilità datagli da Lampard nella gara esterna contro il Burnley. Il classe 1998, pagato dal Chelsea la bellezza di 64 milioni di euro il 2 gennaio di quest’anno, è pronto a raccogliere l’eredità lasciata da Hazard.

TRIPLETTA – Tre gol in 56 minuti di gioco per portare il Chelsea sul 3-0. La squadra di Lampard, partita dopo partita, continua a migliorare sempre più. E con l’arrivo dei risultati, l’entusiasmo che circonda i Blues è al massimo. La tripletta, poi, è da record, perché è quella che gli inglesi chiamano “perfect hat-trick”. Un gol di destro, uno di sinistro è uno di testa. Il primo a riuscirci, come spiega Opta, dai tempi di Drogba. Arriva dunque un bel sospiro di sollievo per il giovane attaccante, che si scrolla di dosso l’ansia da prestazione. E adesso che  il cielo è più… blue, sembra  pronto a far vedere, anche in Inghilterra tutte le sue qualità.

MADE IN U.S.A.-  Con la tripletta segnata oggi, Pulisic diventa il secondo calciatore proveniente dagli Stati Uniti a riuscire nell’impresa di segnare un hat-trick nel campionato di Sua Maestà. Il primo fu Dempsey, nel 2012.  Sette anni dopo, arriva il bis di un ragazzo reduce da un inizio non certo entusiasmante. Prima la sconfitta ai rigori nella finale di Supercoppa contro il Liverpool, poi le prime quattro partite di campionato giocate da titolare senza lasciare il segno. Una mini crisi che ha costretto Lampard a lasciarlo in panchina.

RILANCIO – Il ragazzo ha masticato amaro, ma ha trasformato la frustrazione in energia positiva. E ha sfruttato a dovere la nuova occasione. Il suo entusiasmo è contagioso. Erano anni che intorno allo Stamford Bridge non si respirava tanto entusiasmo anche perché nessuno si aspettava questo Chelsea. Quarto in classifica, bel gioco, la coppia d’attacco più giovane e talentuosa del campionato.  Tutto diretto da Lampard, sempre più profeta ed eroe in casa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy