PSG, Tuchel non ha salvato il numero di Leonardo: colpa del messaggio…sbagliato che gli è costato il posto al Borussia

La posizione di Thomas Tuchel, tecnico del Paris Saint-Germain è per certi versi invidiabile eppure non è detto che tutti vogliano essere al suo posto, perchè da grandi poteri derivano anche grandi responsabilità. E visto che il suo rapporto con Leonardo è burrascoso, meglio evitare figuracce come ai tempi del Borussia…

di Redazione Il Posticipo

La posizione di Thomas Tuchel, tecnico del Paris Saint-Germain è per certi versi invidiabile. Il tedesco è alla guida di una squadra piena di campioni dal potenziale enorme, che lo scorso anno ha sfiorato la Champions League e che è finanziariamente supportata dal fondo sovrano del Qatar. Eppure non è detto che tutti vogliano essere al suo posto, perchè da grandi poteri derivano anche grandi responsabilità. Quella di vincere, di convincere e di non far arrabbiare la dirigenza. Gli ultimi due punti al momento non sono ancora stati realizzati del tutto da Tuchel, che negli ultimi tempi si è lanciato parecchie frecciatine con Leonardo.

MESSAGGIO – Ma per sua fortuna, come spiega France Football, l’allenatore del PSG non ha in rubrica il numero del suo direttore sportivo. Altrimenti rischierebbe un’altra figuraccia galattica come quella che gli è costata il posto al Borussia Dortmund. La testata francese racconta infatti un retroscena legato alla rottura del rapporto tra il club giallonero e Tuchel. Il tutto è legato a un SMS in cui il tecnico criticava il direttore sportivo Zorc. L’intenzione di Tuchel era inviare il messaggio al suo manager, Olaf Meinking, ma il destino gli ha giocato un pessimo scherzo: per sbaglio lo ha inviato allo stesso Zorc. E dopo alcuni giorni è arrivato l’addio con rescissione consensuale.

GRATICOLA – Dunque, onde evitare problemi, meglio non avere il numero di Leonardo e non potergli inviare messaggi compromettenti. Anche perchè in fondo i due di punzecchiate se ne sono già date parecchie anche senza bisogno di ricorrere a canali privati. Il tedesco resta sulla graticola, nonostante l’ultima stagione sia stata, risultati alla mano, la migliore del PSG dell’era degli sceicchi. Treble nazionale (e non è una novità), ma soprattutto la finale di Champions League, un traguardo mai raggiunto. Ecco, se avesse vinto quella, Tuchel avrebbe potuto dormire tra due guanciali. E magari anche segnarsi il numero di Leonardo. A quel punto, anche qualche messaggio di troppo sarebbe stato tollerato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy