Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

senza categoria

Psg, tre punti, una rimonta e un problema: Mbappé ha litigato di nuovo con Tuchel

I campioni di Francia vanno forte grazie alle stelle dell'attacco Neymar, Kylian Mbappé e Mauro Icardi. Al francese però non è bastato segnare per passare un bel pomeriggio: quando il suo allenatore lo ha richiamato in panchina ci sono state...

Redazione Il Posticipo

Kylian Mbappé è un talento che si fa sentire: la stella francese è in grado di decidere una partita coi suoi colpi, ma ha anche un caratterino piuttosto difficile. Ne sa qualcosa ormai Thomas Tuchel, che al Psg deve affrontare spesso le bizze dei suoi campioni. La vittoria in rimonta sul campo del Montpellier ha blindato ulteriormente la posizione dei campioni di Francia in testa alla classifica, ma ha anche riaperto un caso che di fatto non è mai stato davvero chiuso.

RIMONTA - Il Psg ha espugnato il campo del Montpellier grazie al suo immenso talento offensivo: i padroni di casa hanno chiuso il primo tempo in svantaggio grazie all'autogol di Leandro Paredes (41'), ma nella ripresa la squadra della capitale ha ribaltato la situazione con Neymar (74'), Mbappé (76') e Icardi (81'). Il francese è uscito dal campo furioso: Tuchel ha richiamato il campione del mondo in panchina in pieno recupero, mandando in campo al suo posto Eric Maxim Choupo-Moting e l'attaccante ha reagito malamente mandando al diavolo il tecnico tedesco. Tuchel ha provato ad abbracciare il suo giocatore, che non lo ha guardato nemmeno in faccia. Il caso resta aperto.

UN'ALTRA VOLTA - Tra Mbappé e Tuchel non corre da tempo buon sangue. Ci sono state scintille tra i due anche tre giorni fa durante Psg-Nantes, quando il francese non ha digerito la sostituzione a dieci minuti dalla fine: in quell'occasione in campo è entrato Icardi. Per l'allenatore gestire il francese continua ad essere un'impresa. Nessuno ha dimenticato le dichiarazioni di Mbappé dello scorso maggio: "È un momento importante per me. Penso di dovermi assumere più responsabilità. Spero di poterlo fare al Psg, sarebbe bello, oppure in nuovo progetto". Il contratto del giocatore scade nel 2022, ma gli screzi con Tuchel non fanno ben sperare...