Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

PSG, scoppia il caso Navas: “Con Gigio buon rapporto ma voglio giocarle tutte”

PARIS, FRANCE - APRIL 28: John Stones of Manchester City celebrates their side's first goal scored by Kevin De Bruyne of Manchester City (not pictured) as Keylor Navas of Paris Saint-Germain looks dejected during the UEFA Champions League Semi Final First Leg match between Paris Saint-Germain and Manchester City  at Parc des Princes on April 28, 2021 in Paris, France. Sporting stadiums around France remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Alex Grimm/Getty Images)

Il portiere si è ripreso la titolarità. Un ruolo che al netto del rapporto con l'estremo difensore della nazionale azzurra, vuole tutto per sé.

Redazione Il Posticipo

Il Paris Saint Germain vive una grande serata ma non riesce proprio a passare un periodo davvero tranquillo. La squadra vince fra l'indifferenza generale del Parco dei Principi e i tre punti non sono comunque sufficienti per festeggiare il decimo titolo. E come se non bastasse, dopo la vittoria contro l'Angers arriva anche lo sfogo di Keylor Navas che senza mezzi termini, nel dopo partita, fa chiaramente capire che il dualismo con Gigi Donnarumma non può proseguire. Le sue parole sono riprese dal Canal +.

TITOLARE  - Il portiere si è ripreso la titolarità. Un ruolo che al netto del rapporto con l'estremo difensore della nazionale azzurra, vuole tutto per sé. "Credo sia necessario considerare diversi aspetti. Io ho una ottimo rapporto con Gigio Donnarumma ma voglio giocare sempre e tutte le partite. E questa situazione vissuta sinora non credo sia replicabile. Di certo non per un'altra stagione ancora. A fine anno arriverà il momento di pensare al futuro".

DUALISMO - Pochettino non ha mai cambiato idea in questa stagione. Ha deciso di non scegliere il titolare. Il dualismo evidentemente non è andato giù al portiere costaricano. E non è disposto a tollerarlo ancora. Anche se il prezzo da pagare è lasciare Parigi. "La mia famiglia si trova molto bene a Parigi e lo sono anche io. Qui mi sino sentito sempre molto benvoluto, adesso però occorre studiare la situazione e capire cosa ci riserverà il futuro".

PROSPETTIVE - Uno sfogo destinato a lasciare inevitabilmente delle scorie. Navas è stato molto onesto ma è sotto contratto sino al 2024. Dunque ha poche alternative. O accetta la rivalità o si va a cercare un'altra squadra. A meno che non sia Donnarumma a lasciare Parigi. Di certo, risultati alla mano, la coppia di portieri ha sofferto, non vivendo la competizione interna  come qualcosa di stimolante. La sensazione è che l'ex rossonero sia comunque un investimento per il futuro. In ogni caso la resa dei conti, arriverà a fine anno. A questo punto appare inevitabile che uno dei due non resterà in Francia. Sino alla sfida con l'Angers sembrava... in vantaggio Donnarumma. Resta da capire se l'uscita di Navas rimescolerà le carte o sarà... a vuoto.