PSG-Rabiot, la guerra continua e Tuchel prende una decisione clamorosa

Continua la telenovela Rabiot. In attesa dell’ultima puntata, che al momento pare prevista per giugno 2019, non smettono di arrivare le sorprese. E Tuchel, che pure è stato il suo primo sponsor…non lo vuole più vedere! Nel vero senso della parola…

di Redazione Il Posticipo

Continua la telenovela Rabiot. In attesa dell’ultima puntata, che al momento pare prevista per giugno 2019, non smettono di arrivare le sorprese. Il Barcellona, per bocca di Abidal, nicchia su un possibile arrivo già a gennaio del francese, anche perchè la signora Veronique, la mamma procuratrice del francese, avrebbe chiesto un aumento della cifra su cui il club e il calciatore si erano accordati. I parigini, intanto, sondano nuove strade di mercato a centrocampo, certi che il centrocampista è agli sgoccioli della sua avventura sotto la Tour Eiffel. E per Rabiot potrebbe già essere arrivato anche…il momento dell’addio allo spogliatoio. Nel vero senso della parola.

FUORI DALLO SPOGLIATOIO – Qualche settimana fa il DS del PSG, Antero Henrique, aveva tuonato contro il francese, sostenendo che senza il rinnovo del contratto il club lo avrebbe tenuto in panchina per tutta la stagione. E da quanto riporta Paris United, da sempre molto attento alle dinamiche attorno al Parco dei Principi, Tuchel, che pure finora è stato il suo primo sponsor, è disposto…a fare ancora di più. Niente panchina, addirittura tribuna. Con tanto di…divieto d’accesso agli spogliatoi nel giorno della partita. Insomma, fuori rosa e anche fuori…dalla stanza. E proprio sapendo questo, Rabiot non è neanche presentato in occasione della partita contro il Nantes, l’ultima prima della sosta natalizia. Anche perchè verdersi sbattere la porta in faccia non fa certo piacere.

EMERY? – Intanto, continuano le indiscrezioni sul suo futuro. E quella più assurda è che il Barcellona ha chiesto lumi sul lato caratteriale del giocatore…all’Arsenal. Cosa c’entrano i Gunners (escluso il fatto che il sostituto di Rabiot potrebbe essere Ramsey, Juventus permettendo)? Beh, il tecnico dei londinesi conosce bene il centrocampista. Emery ha allenato il ragazzo per due anni e di certo ne conosce pregi e difetti. Evidentemente dalle parti del Camp Nou non ci si fida molto di un calciatore che sul campo ha sempre dato prova di enorme valore, ma che con i comportamenti ha creato un’atmosfera ostile nei suoi confronti. Al punto da non volerlo…più vedere.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy